Märklin 37325

Recensione inserita da: Luigi Ferraris

Dati del modello
Produttore : Marklin
Nr. Articolo : 37325
Categoria : Digitale MM
Anno d’acquisto: 2016
Prezzo pagato: 252,00
Nuovo/Usato ? Nuovo

Dati del prototipo
Epoca Epoca V – 1990-2006
Nr. servizio Re 6/6 11672
Rodiggio Bo’Bo’Bo’
Alimentazione Elettrica

Descrizione personale
La Re 6/6 11672 è una delle 89 locomotive della serie costruite alla fine degli anni ’70 per sostituire le Ae 6/6 con l’obiettivo, raggiunto, di una velocità massima di 140 Km/h e la capacità di trainare un treno da 800t sulle ripide rampe del Gottardo.
A differenza delle Ae 6/6 fornite di due carrelli a tre assi (Co’Co’) le Re 6/6 hanno tre carrelli a due assi (Bo’Bo’Bo’) con il carrello centrale che si sposta lateralmente per facilitare l’iscrizione in curva.
Le loco vennero utilizzate anche in doppia trazione con le varie serie delle Re 4/4 e con le automotrici RBe 4/4.
La livrea iniziale verde divenne poi rossa, quella del modello in oggetto, per poi prendere nel nuovo millennio la livrea rossa e blu della divisione “Cargo”.
Di queste macchine svizzere mi affascina il fatto che siano legate strettamente al territorio, in particolare la “Balerna” prende il nome da un piccolo comune (poco più di 3300 abitanti) del Canton Ticino adiacente a Chiasso.
Il modello in oggetto, preso in mano, fornisce la abituale, per M, impressione di sostanza e solidità.

Valutazione personale
Dettagli buoni
Velocità al minimo buona
Forza di trazione molto buona
Sensibilità al deragliamento insufficiente
Funzioni digitali molto buona
Suoni molto buona
Giudizio complessivo sufficiente

Giudizio complessivo
Tralascio, al solito, la parte che riguarda i dettagli. I tempi riscontrati sul tracciato di prova con velocità al minimo sono molto buoni, ma un momento di “mancamento” limita il giudizio a buono.
Molto buona è la capacità di trazione con tempi sull’elica con convoglio di prova tra i migliori.
Le funzioni digitale ed i suoni saturano la capacità della CS2, ma non della CS3, quindi il giudizio è molto buono.
Ho lasciato per ultime le note dolenti che riguardano la “Sensibilità al deragliamento”. Ora, nel tracciato di prova l’ovale esterno di raggio R2 è collegato a quello interno di raggio R1 da due scambi 24612 collegati direttamente fra loro, come d’altra previsto da mamma M (vedi pag. 222 “Lo schema generico dei deviatoi e delle intersezioni” del catalogo 2016-17).
Ma la “Balerna” non ha letto queste indicazioni e nel fare questa “S” si impianta con blocco della CS3.
Nelle varie prove fatte ho constatato che quando la loco procede con il pattino davanti sul secondo scambio si impunta ed aumentando velocità le ruote di trazione finiscono per deragliare. Se invece il pattino è in posizione posteriore nulla succede, ma questa affidabilità al 50% non basta, a mio parere, per raggiungere la sufficienza. Occorre anche considerare che la loco è stata acquistata nuova, non ho mai toccato il pattino o fatto alcun intervento.
Per concludere la valutazione “Insufficiente” relativa alla sensibilità al deragliamento limita il giudizio complessivo alla sufficienza.