Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo a tre rotaie gestito da appassionati senza fini commerciali. Qui trovate notizie storiche e suggerimenti tecnici per i vostri modelli vintage e moderni. Il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

carico legname

La manutenzione e le riparazioni delle nostre loco ed del materiale trainato. Trucchi, suggerimenti e domande.

Moderatore: eroncelli

Messaggio
Autore
Avatar utente
lama67
Märklin Supporter
Messaggi: 192
Iscritto il: 10 marzo 2012, 16:05
Nome: Nicola
Località: Veneto
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

carico legname

#1 Messaggio da lama67 » 27 agosto 2014, 10:07

Ho una serie di carri con sponde vuoti. In vacanza passeggiando mi è capitato di trovare, e prendere, diversi rametti spezzati già a terra. Li ho tagliati, sagomati ed adattati ai carri.
Mi chiedo se col tempo tali rametti possono degradarsi in qualche modo. Qualcuno ha fatto esperienze simili?

Avatar utente
fumettino
Märklinista
Messaggi: 5577
Iscritto il: 14 marzo 2009, 19:57
Nome: Maurizio
Località: Lazio, RM, Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#2 Messaggio da fumettino » 27 agosto 2014, 10:24

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">Messaggio di <font color="red">lama67</font id="red"> - ...Mi chiedo se col tempo tali rametti possono degradarsi in qualche modo.
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

- Leggo che le numerosissime qualità di alberi che crescono sulla terra sono state classificate in vari modi. Uno è quello che distingue le piante resinose dalle latifoglie; un altro è quello che raggruppa i legni di essenza tenera, forte e resinosa; un altro ancora distingue gli alberi europei da quelli esotici; ecc ecc
- Quindi immagino che il 'degrado' che potrebbero subire col tempo i tuoi legnetti dipenda molto dal tipo di essenza che ti è capitato di raccogliere. C'è poi fra noi chi ne sa "molto" ma molto di più su questa materia. Non appena ti leggerà potrà sicuramente illuminarti al meglio...
- Personalmente sono contrario al "carico" autocostruito dei carri a pianale o a sponde basse. Li preferisco "al naturale" ovvero come nascono dalla fabbrica - Per farmi ricredere potresti però farci vedere una foto del lavoro eseguito. Dovessi dovermi rimangiare quanto detto?

MA QUANTO ME PIACE DE CHIACCHIERA' - Maurizio Roma

Avatar utente
eroncelli
Märklinista
Messaggi: 5444
Iscritto il: 27 aprile 2008, 14:42
Nome: Eugenio Roncelli
Località: Bergamo
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 12 volte

#3 Messaggio da eroncelli » 27 agosto 2014, 10:43

Lascio che parli un "ESPERTO": attendiamo Vanni.

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7434
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 1 volta
Sei stato  ringraziato: 6 volte

#4 Messaggio da Vanni » 27 agosto 2014, 12:19

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext"><font color="red">eroncelli ha scritto: </font id="red">

Lascio che parli un "ESPERTO": attendiamo Vanni.
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
Non sono un esperto in tecnologia del legno: i miei interessi professionali sono stati purtroppo di natura giuridico-amministrativa, di idraulica forestale e di animali minacciati da estinzione.
Qualcosa sui legnami ricordo ancora ma in termini piuttosto sfumati, e mi scuso, comunque....

La materia è piuttosto varia e complessa, ma considerando l'uso e la destinazione del materiale legnoso in questione, non mi sembra proprio il caso di approfondire l'argomento.
I nemici naturali dei legnetti raccolti per farne un carico dei pianali, di qualunque essenza, sono l'umidità (funghi) e gli eventuali insetti fitofagi le cui uova o larve potrebbero essere contenute nel legno o sotto corteccia.
Riguardo a queste ultime l'esiguità delle sezioni dei rametti dovrebbe essere sufficiente ad escluderne la presenza.
In ogni caso sarebbe consigliabile un trattamento preventivo di parziale essiccazione, sia per ridurre drasticamente l'umidità contenuta nelle fibre, sia per provocare la morte degli organismi parassiti eventualmente presenti sotto la corteccia.
A tal proposito, dopo l'essiccazione, da ottenere nel comune forno da cucina, ben areato, con temperatura sui 90°-110° per una buona oretta (ma la durata va verificata perchè dipende molto dalle condizioni di umidità iniziale, dalla sezione dei rametti, dalla specie legnosa - a queste sezioni di pochi mm il legno secco si deve spaccare di netto molto facilmente) sarebbe meglio eliminare la corteccia rinsecchita.

Per questioni puramente estetiche, oltrechè parzialmente protettive, si può successivamente optare per un leggero strato di flating opaco o un impregnante, tuttavia se si sbaglia la densità si rischia di renderlo troppo evidente, snaturando l'aspetto legnoso finale.

Sarebbe da sconsigliare poi di riporre il pianale nella sua scatola col carico di legnetti, perchè non si può controllare l'umidità e dopo un po' di tempo, riaprendo la scatola del vagone si potrebbero trovare tracce di umidità penetrate parzialmente nel legno.
Meglio quindi tenere i carichi di legname "all'aria" cioè nell'ambiente domestico e non nelle scatole coi vagoni.

Chi volesse avere una visione un po' più "professionale" dell'argomento potrebbe scorrere le pagine di questo link, tratto da un seminario di un professionista che lavora in Svizzera, dove l'uso del legname nelle costruzioni domestiche o industriali è diffuso molto più che da noi:

http://www.iuav.it/SISTEMA-DE/Laborator ... -legno.pdf

Avatar utente
fumettino
Märklinista
Messaggi: 5577
Iscritto il: 14 marzo 2009, 19:57
Nome: Maurizio
Località: Lazio, RM, Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#5 Messaggio da fumettino » 27 agosto 2014, 12:20

- Visto che si parla di <i>tronchi caricati su carri piatti,</i> butto là una domanda alla quale non mi hanno mai saputo dare una risposta 'certa' - C'hanno provato in tanti ma secondo me 'sparavano' solo favole tanto per far prendere aria ai denti...

DOMANDAVO: Ma che essenza è quella dei 'tronchi' caricati originalmente dalla Märklin sui carri <font color="brown"><b>4608</b></font id="brown">? - Me ne hanno dette di tutti i colori, anche interpellando una volta i laureandi in Agronomia dell'Università della Tuscia ai quali portai degli esemplari originali da... leggere. Uno mi disse che 'sicuramente' aveva riconosciuto una certa <i>pianta da frutto</i> ma non poteva assolutamente essere in quanto ne ho una identica in giardino e non ci somigliava proprio per niente, manco da lontano. Poi sopra al mio non c'è manco inciso Made in Germany, c'è giusto un passaggio di italiche formichette!



<center>Immagine</center>

- Ne sapete nulla? E' solo una curiosità ma mi farebbe piacere il poterne venire a conoscenza... Grazie

MA QUANTO ME PIACE DE CHIACCHIERA' - Maurizio Roma

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7434
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 1 volta
Sei stato  ringraziato: 6 volte

#6 Messaggio da Vanni » 27 agosto 2014, 12:41

Le varietà e gli aspetti delle cortecce delle piante decorative sono innumerevoli e possono variare da pianta a pianta a seconda delle cultivar...
A me sembra che si tratti di Ciliegio selvatico, direi Prunus nigra (Mahogany?) e comunque una Rosacea, ma poi....

Avatar utente
Dampflok
Märklinista
Messaggi: 7522
Iscritto il: 26 novembre 2005, 21:13
Nome: Roberto
Località: Lazio,RM,Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 5 volte

#7 Messaggio da Dampflok » 27 agosto 2014, 13:03

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">Messaggio di <font color="red">lama67</font id="red">

Mi chiedo se col tempo tali rametti possono degradarsi in qualche modo. Qualcuno ha fatto esperienze simili?
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

....E che te ne cale??
Ti fai una altra passeggiata, ne raccogli un altro mazzetto e li sostituisci!!!......[:o)]

Roberto

Avatar utente
fumettino
Märklinista
Messaggi: 5577
Iscritto il: 14 marzo 2009, 19:57
Nome: Maurizio
Località: Lazio, RM, Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#8 Messaggio da fumettino » 27 agosto 2014, 14:00

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext"><font color="red">Dampflok ha scritto: </font id="red"> - ...E che te ne cale??
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

- Giusto! - Così vai anche a <i>realmente riprodurre</i> una situazione di "consegna" di tronchi d'albero a qualche segheria del tuo impianto che li ha ordinati e, nel viaggio successivo, trasportarne altri quantitativi diversi. Andare ad utilizzare sempre gli stessi all'infinito, e che sarebbe a dire sta cosa? Il realismo così facendo lo mandiamo a farsi friggere... con tutte le cortecce (come succede a me)!

MA QUANTO ME PIACE DE CHIACCHIERA' - Maurizio Roma

Avatar utente
Dampflok
Märklinista
Messaggi: 7522
Iscritto il: 26 novembre 2005, 21:13
Nome: Roberto
Località: Lazio,RM,Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 5 volte

#9 Messaggio da Dampflok » 27 agosto 2014, 16:37

No Maurizio, non è il realismo dell'impianto (che non ho) che mi preoccupa.

E' che dopo lo zinkpest delle locomotive, i binari che si sbriciolano, i decoders con l'Alzaimer, gli eccessi di lubbrificazione che si solidificano, all' <b>obsolescenza dei zeppetti </b>non ci voglio nemmeno pensare.[:D][:D]

Roberto

Avatar utente
lama67
Märklin Supporter
Messaggi: 192
Iscritto il: 10 marzo 2012, 16:05
Nome: Nicola
Località: Veneto
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#10 Messaggio da lama67 » 28 agosto 2014, 11:24

Ecco qualche foto del risultato.

<b>Immagine:</b>
Immagine
<font size="1"> 325,7 KB</font id="size1">

<b>Immagine:</b>
Immagine
<font size="1"> 89,3 KB</font id="size1">

<b>Immagine:</b>
Immagine
<font size="1"> 62,21 KB</font id="size1">

Avatar utente
giandi
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1026
Iscritto il: 22 settembre 2009, 10:53
Nome: Gianfilippo Di Natale
Località: Sicilia, Catania, Acireale
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#11 Messaggio da giandi » 28 agosto 2014, 19:59

Non male l'idea di creare un piccolo eco-sistema su un plastico. Ecco!!!... allora possiamo parlare di vero realismo. Chi si offre volontario?[:0]

Avatar utente
lama67
Märklin Supporter
Messaggi: 192
Iscritto il: 10 marzo 2012, 16:05
Nome: Nicola
Località: Veneto
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#12 Messaggio da lama67 » 28 agosto 2014, 21:51

Seguendo i consigli di cui sopra ho fatto l'essicazione dei legnetti. Su un paio proverò a dare una mano leggera di flatting satinato e vediamo come viene.

Avatar utente
fulvio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4732
Iscritto il: 9 ottobre 2009, 22:15
Nome: Fulvio Babuder
Località: Noventa Padovana(Padova)
Hai ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 13 volte

#13 Messaggio da fulvio » 28 agosto 2014, 22:23

Bel lavoro, ma se posso dire la mia opinione se sarebbero stati un pò più sottili.......
Salutoni

Avatar utente
fumettino
Märklinista
Messaggi: 5577
Iscritto il: 14 marzo 2009, 19:57
Nome: Maurizio
Località: Lazio, RM, Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#14 Messaggio da fumettino » 28 agosto 2014, 22:32

- Ricordate sempre di <b>rapportare il carico</b> che proponete sui carri, con la scala H0, e non fidatevi solo della bontà dell'apparenza che ne deriva.
- Per il campo dei <i>tronchi di legno</i>, allego una foto dal mio archivio dove si vede un "carico" autoprodotto da un ignoto modellista su un carro piatto che acquistai usato alcuni anni or sono. E' un tronco che, moltiplicato il suo diametro reale per 87, nella realtà risulterebbe avere una dimensione di 220 centimetri... direi leggermente esagerato, misure da sacro africano "baobab".
- Lo stesso dicasi, sempre nel caso di 'legname', di scegliere 'rametti' <i>molto dritti</i> che quel carico approderà poi sicuramente in una segheria che... di alberi storti non saprebbe che farsene per produrre travature o tavolame. Ne risulterebbe troppo sfrido e <i>trasformarlo per intero in truciolato</i> costerebbe troppo e sarebbe pertanto per nulla remunerativo.
- Tutto qua, l'ho detto in quanto memore della mia passata esperienza. Non sempre ci si pensa e facilmente si incorre poi nel giudizio selvaggio di un 'guardone' pignolo e accorto. Ne è pieno il Mondo di 'sti guardoni criticoni.


<center>Immagine</center>

MA QUANTO ME PIACE DE CHIACCHIERA' - Maurizio Roma

Avatar utente
Vadoadormire
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1325
Iscritto il: 10 aprile 2013, 14:35
Nome: SILVANO DEL RIO
Località: Toronto - Canada
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#15 Messaggio da Vadoadormire » 29 agosto 2014, 5:33

Bravo Lama, alias Nicola, hai fatto un bel lavoro con quei rametti.

In scala o meno (Maurizio non me ne voglia), mi piacciono molto cosi' come sono.


Qusi quasi lo faccio anch'io.

[:p]

claudio.co958
Märklin Supporter
Messaggi: 406
Iscritto il: 3 settembre 2011, 15:48
Nome: Claudio Conti
Località: Lazio / Latina
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#16 Messaggio da claudio.co958 » 29 agosto 2014, 10:01

Vorrei esporre un mia piccola esperienza, non ho le foto e spero di essere chiaro.
tempo fà, provai a creare dei carri skeleton americani, costruzione di per se, abbastanza semplice, l'unica cosa stonata, erano i tronchi trasportati, per grandi linee come quelli di Nicola, si vedevano ( i miei ) che erano ramoscelli spacciati per tronchi e la stessa cosa, volevo farla su dei carri a sponde, che ho subito accantonato e sostituito con materiale ligneo finito, cioè ho acquistato dei profilati di legno 10x10 o 5x10, li ho accatastati sul carro a sponde e assicurati con finti titanti per bloccare il carico.
tutta un'altra cosa, ....aahh dimenticavo, era un carico proveniente dalla Foresta Nera.

Claudio - Latina

Avatar utente
geniasas
New Märklin Supporter
Messaggi: 93
Iscritto il: 14 dicembre 2005, 22:06
Nome: CLAUDIO BRERA
Località: Veneto
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#17 Messaggio da geniasas » 11 marzo 2015, 22:21

Ho il 4608 da 40 anni. Nessun degrado :o :o :o
Claudio

Avatar utente
max63
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1209
Iscritto il: 1 marzo 2008, 18:03
Nome: Massimo
Località: Piemonte
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#18 Messaggio da max63 » 12 marzo 2015, 6:47

Buongiorno a tutti

Io ho utilizzato dei rami di prunus, dopo averli selezionati ( da residuo di potatura autunnale) per mezzo di una misurazione del diametro dello stesso da 6mm max a 5 min, ho provveduto a rimuovere la corteccia.

Il rametto si lascia deformare entro certi limiti quando é ancora fresco ( ho potato a Novembre ed i carichi li ho prepararti a Gennaio) per cui, si possono raddrizzare.

Purtroppo ho molti carri bassi 2 e 4 assi, ma senza stanti, ora devo trovare una soluzione per legare i rami ; forse una finta vergella di acciaio ricavata da uno spezzone di nastro magnetico (vecchia musicassetta ) ritagliato di opportuna larghezza.
La cosa importante è trovare la dimensione ideale di ogni singola catasta per renderla fedele alla realtà.

Preparerò anche carichi con legno semilavorato con listelli 4x2 o 2x2 accatastati ed intercalati con traversine sempre in legno.

Max
max63

Avatar utente
fulvio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4732
Iscritto il: 9 ottobre 2009, 22:15
Nome: Fulvio Babuder
Località: Noventa Padovana(Padova)
Hai ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 13 volte

Re: carico legname

#19 Messaggio da fulvio » 12 marzo 2015, 14:41

Max, se ti può aiutare io ho risolto la legatura dei tronchi tagliando a fettine molto strette un termorestringente largo, poi scaldandolo leggermente fino a stringere i tronchi, si può eventualmente colorare le stringhe, ecco le foto.
Salutoni
1.JPG
2.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Vadoadormire
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1325
Iscritto il: 10 aprile 2013, 14:35
Nome: SILVANO DEL RIO
Località: Toronto - Canada
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#20 Messaggio da Vadoadormire » 12 marzo 2015, 15:29

Bel lavoro, Fulvio. :mrgreen:

Che cosa e' un "termorestringente"? Un elastico un po' speciale?

Avatar utente
eroncelli
Märklinista
Messaggi: 5444
Iscritto il: 27 aprile 2008, 14:42
Nome: Eugenio Roncelli
Località: Bergamo
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 12 volte

Re: carico legname

#21 Messaggio da eroncelli » 12 marzo 2015, 16:32

Inserisci il termine "termorestringente" nelle "ricerche" del tuo browser ed avrai tutte le risposte che desideri :hi:

Scusa la franchezza ...
Eugenio
(Töcc i òmen e fómne i nàs lìberi e compàgn in dignità e derécc)

Avatar utente
Vadoadormire
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1325
Iscritto il: 10 aprile 2013, 14:35
Nome: SILVANO DEL RIO
Località: Toronto - Canada
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#22 Messaggio da Vadoadormire » 12 marzo 2015, 17:03

Yes, sir! :muscle:

Avatar utente
max63
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1209
Iscritto il: 1 marzo 2008, 18:03
Nome: Massimo
Località: Piemonte
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#23 Messaggio da max63 » 12 marzo 2015, 22:14

Grazie Fulvio

Non male, per non dire bell!

quindi potrebbero essere due cataste da 4 tronchi.

Devo provare.

Max
max63

Avatar utente
fulvio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4732
Iscritto il: 9 ottobre 2009, 22:15
Nome: Fulvio Babuder
Località: Noventa Padovana(Padova)
Hai ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 13 volte

Re: carico legname

#24 Messaggio da fulvio » 12 marzo 2015, 22:55

Prego Max, nel limite del possibile ci si aiuta vicendevolmente molto volentieri, ovviamente si devono fare delle prove per trovare un buon risultato.

Silvano, spero che hai trovato in rete che cos' è il termorestringente, in ogni caso è una guaina di vari diametri che si usa di solito per coprire e isolare le giunzioni dei fili, coprire resistenze ecc...per non fare corto circuiti, poi riscaldandola leggermente con una pistola ad aria calda oppure con un accendino, non da vicino per non bruciarla, questa si restringe e non si muove più, io la uso molto spesso nelle conversioni delle mie loco.
Salutoni

Avatar utente
Vadoadormire
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1325
Iscritto il: 10 aprile 2013, 14:35
Nome: SILVANO DEL RIO
Località: Toronto - Canada
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#25 Messaggio da Vadoadormire » 12 marzo 2015, 23:00

Grazie, Fulvio, della spiegazione. :mrgreen:

Personalmente mi pare tutto un po' troppo complicato. Con pochi Euro si compra una carro gia' fornito di bei tronchi finti.

Lo so, sono pigro. :wink:

Avatar utente
fulvio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4732
Iscritto il: 9 ottobre 2009, 22:15
Nome: Fulvio Babuder
Località: Noventa Padovana(Padova)
Hai ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 13 volte

Re: carico legname

#26 Messaggio da fulvio » 12 marzo 2015, 23:12

C' è sempre la soddisfazione di "far da se", poi metti la passeggiata nel bosco per trovare i rametti ecc...!!!!!!
Salutoni

Avatar utente
Vadoadormire
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1325
Iscritto il: 10 aprile 2013, 14:35
Nome: SILVANO DEL RIO
Località: Toronto - Canada
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#27 Messaggio da Vadoadormire » 13 marzo 2015, 2:20

Caro Fulvio:

Il mio problema e' saper "far da se" :sad:

Avatar utente
hupac
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 529
Iscritto il: 22 ottobre 2006, 23:11
Nome: tiziano
Località: lissone MB
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#28 Messaggio da hupac » 14 marzo 2015, 17:53

questi sono stuzzicadenti tagliati e verniciati le cinghie sono nastro adesivo da disegno o da carrozzeria tagliato a 1mm
lo si trova gia tagliato nei negozi di modellismo poi le vernici con qualsiasi pennarello
SAM_1019.JPG
ciao
Titty
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
titty

Avatar utente
Admin
Amministratore forum
Messaggi: 11556
Iscritto il: 1 novembre 2005, 22:05
Nome: Tito Myhre
Località: Lombardia,Milano,Arese
Hai ringraziato: 21 volte
Sei stato  ringraziato: 22 volte
Contatta:

Re: carico legname

#29 Messaggio da Admin » 14 marzo 2015, 20:46

Entrambi bei lavori. Grazie per i suggerimenti :yes:
Saluti
Tito
La mia mail: admin@3rotaie.net - La mia Pagina Personale 3r
La collaborazione ed i suggerimenti degli utenti sono la linfa vitale del sito e del forum, non esitate a condividere esperienze e conoscenze.
Come inserire Foto e Video

Avatar utente
Torrepisana
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 968
Iscritto il: 6 aprile 2013, 18:29
Nome: Funai Romens
Località: Estero Germania Weilheim-Teck
Hai ringraziato: 3 volte
Sei stato  ringraziato: 9 volte

Re: carico legname

#30 Messaggio da Torrepisana » 15 marzo 2015, 13:47

Ciao,vorrei dare a Fumettino una risposta circa la pianta usata dalla Märklin sui carri a sponde,io penso che sia l´albero del nocciolo,i rami li ho usati pure io come tronchi e mi sembrano uguali.
Buon divertimento nel fai da te. :mrgreen:

Romens.
Romens.

Avatar utente
fumettino
Märklinista
Messaggi: 5577
Iscritto il: 14 marzo 2009, 19:57
Nome: Maurizio
Località: Lazio, RM, Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#31 Messaggio da fumettino » 15 marzo 2015, 18:07

Torrepisana ha scritto: - ...vorrei dare a Fumettino una risposta circa la pianta usata dalla Märklin sui carri a sponde,io penso che sia l´albero del nocciolo, i rami li ho usati pure io come tronchi e mi sembrano uguali
- Anche a me, una delle tante persone interpellate, mi parlò del nocciolo e io di corsa in giardino a controllare l'alberello del vicino che è appunto di quell'essenza in quanto inconfutabilmente produce 'nocciole' che io regolarmente gli rubo e mi pappo. Mio figlio, da piccolo, diciamo una trentina di anni fa, le raccoglieva, le sgusciava e... se le vendeva imbustate alla villa vicino casa! Non ricordo con esattezza ma mi pare dieci lire (o cento?) a bustina.
- Però i rametti fruttiferi, al mio esame, non mi parevano uguali con tutta quella bella serie di 'occhietti' o 'macchioline' che dir si voglia e quindi lasciai correre nel volerli classificare a forza come tali. Ma se ora anche tu mi confermi la somiglianza, incomincio a farci seriamente un pensierino. Domani guardo meglio, forse devo guardare con attenzione un rametto più 'anziano'. Insomma adesso non mi va che a Roma sta piovendo e ormai è anche quasi buio. Domani, sperando in una bella giornata, scendo a controllare.
- Comunque grazie del ricordo e della individuazione.

MA QUANTO ME PIACE DE CHIACCHIERA' - Maurizio Roma
tanto buon gioco da maurizio.fumettino grafico pubblicitario

Avatar utente
Torrepisana
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 968
Iscritto il: 6 aprile 2013, 18:29
Nome: Funai Romens
Località: Estero Germania Weilheim-Teck
Hai ringraziato: 3 volte
Sei stato  ringraziato: 9 volte

Re: carico legname

#32 Messaggio da Torrepisana » 15 marzo 2015, 18:35

Ciao,nel mio giardino crescono spontanei gli alberelli di nocciolo,c´e´uno scoiattolo che nasconde le nocciole nel terreno e a volte se ne dimentica e cosi´mi tocca sradicare le pianticelle altrimenti avro´una piantagione! Anche oggi mi ha fatto visita,l´altro giorno erano in due questi eleganti animaletti! Io ho usato i rametti di un anno,sono della misura giusta.

Saluti Romens.
Romens.

Avatar utente
Schnellzug
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3249
Iscritto il: 25 novembre 2005, 8:24
Nome: Giuseppe Moretti
Località: Marche
Hai ringraziato: 9 volte
Sei stato  ringraziato: 8 volte
Contatta:

Re: carico legname

#33 Messaggio da Schnellzug » 15 marzo 2015, 19:48

Romens,
amo anch'io gli scoiattoli, ma tieni conto che possono essere aggressivi e - anche se raramente - affetti da rabbia.
Questo non per fare terrorismo ma informazione, dovuta da parte mia che mi occupo di malattie infettive per lavoro.
Mi rendo conto dell'OT e chiedo scusa, ma mi sembra importante.
Ciao.

http://www.levaccinazioni.it/informagen ... Rabbia.htm
Giuseppe

Avatar utente
ferrante
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 905
Iscritto il: 17 febbraio 2006, 14:24
Località: Toscana
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#34 Messaggio da ferrante » 16 marzo 2015, 18:00

hupac ha scritto:questi sono stuzzicadenti tagliati e verniciati le cinghie sono nastro adesivo da disegno o da carrozzeria tagliato a 1mm
lo si trova gia tagliato nei negozi di modellismo poi le vernici con qualsiasi pennarello
SAM_1019.JPG
ciao
Titty
ciao tiziano....ho fatto come te ma ho usato filo per cucire di colore nero...forse un po' troppo fine ma da lontano sembra fune o cavo metallico
"besten oder nicht"

Avatar utente
Torrepisana
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 968
Iscritto il: 6 aprile 2013, 18:29
Nome: Funai Romens
Località: Estero Germania Weilheim-Teck
Hai ringraziato: 3 volte
Sei stato  ringraziato: 9 volte

Re: carico legname

#35 Messaggio da Torrepisana » 16 marzo 2015, 19:57

Non ti preoccupare Giuseppe,li guardo e basta,ormai siamo abituati alle loro visite.

Romens.
Romens.

Avatar utente
hupac
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 529
Iscritto il: 22 ottobre 2006, 23:11
Nome: tiziano
Località: lissone MB
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#36 Messaggio da hupac » 22 marzo 2015, 22:52

Questo l'ho finito oggi
legname.JPG
non indovinereste mai da dove derivano i tronchetti
ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
titty

Avatar utente
Debby
Märklin Supporter
Messaggi: 253
Iscritto il: 23 marzo 2012, 14:24
Nome: Pierluca
Località: Genova-Savona-Valle d'Aosta
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#37 Messaggio da Debby » 23 marzo 2015, 12:22

Matite ????
Sun zeineize risu reu, strinsu i denti e parlo ceau

Avatar utente
eroncelli
Märklinista
Messaggi: 5444
Iscritto il: 27 aprile 2008, 14:42
Nome: Eugenio Roncelli
Località: Bergamo
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 12 volte

Re: carico legname

#38 Messaggio da eroncelli » 23 marzo 2015, 12:26

Bastoncini di liquerizia ??
Eugenio
(Töcc i òmen e fómne i nàs lìberi e compàgn in dignità e derécc)

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7434
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 1 volta
Sei stato  ringraziato: 6 volte

Re: carico legname

#39 Messaggio da Vanni » 23 marzo 2015, 21:30

hupac ha scritto: ...
non indovinereste mai da dove derivano i tronchetti
ciao
Confezioni Hag n. 549 ?
image.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Vanni

Avatar utente
hupac
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 529
Iscritto il: 22 ottobre 2006, 23:11
Nome: tiziano
Località: lissone MB
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#40 Messaggio da hupac » 23 marzo 2015, 22:32

x la serie non si butta via nulla
sono le bacchette che ti danno nei ristoranti cinesi tagliate e invecchiate
:ridi:
ciao
titty

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2895
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 23:30
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta

Re: carico legname

#41 Messaggio da sergiob » 25 marzo 2015, 16:38

P3250436.JPG
Dalla potatuta del Pyracantha, di almeno 5 anni.
Costo 0 euris!! :wink:

Sergio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
fulvio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4732
Iscritto il: 9 ottobre 2009, 22:15
Nome: Fulvio Babuder
Località: Noventa Padovana(Padova)
Hai ringraziato: 10 volte
Sei stato  ringraziato: 13 volte

Re: carico legname

#42 Messaggio da fulvio » 25 marzo 2015, 22:53

Ottimo, Sergio.
Salutoni

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#43 Messaggio da bellingrodt » 25 marzo 2015, 23:52

sergiob ha scritto:
P3250436.JPG
Dalla potatuta del Pyracantha, di almeno 5 anni.
Costo 0 euris!! :wink:

Sergio
Bello!!,più vero di così! :cool: :cool:
Roberto

Avatar utente
LucioTS
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3307
Iscritto il: 19 settembre 2006, 17:11
Nome: Lucio Cavedali
Località: Friuli-Venezia Giulia, Trieste
Hai ringraziato: 1 volta
Sei stato  ringraziato: 6 volte
Contatta:

Re: carico legname

#44 Messaggio da LucioTS » 26 marzo 2015, 8:52

Da 15 anni sono impegnato nella gestione di questo:
bonsai.jpg
Immagine tratta dal sito http://www.bonsaiempire.it/

Certo, è un sistema leggermente costoso, ma alla fine il carico sarà sicuramente in scala e perfetto. :ridi:

.... per scherzare.... :bigsmile: :beer:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Immagine
Immagine
Saluti da Trieste
Lucio

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2895
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 23:30
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta

Re: carico legname

#45 Messaggio da sergiob » 26 marzo 2015, 11:43

sergiob ha scritto:... di almeno 5 anni.
...
Sergio
Volevo intendere che sono stati potati almeno 5 anni fà!!!
Visto che si è discusso sulla durata, questi sembra non abbiano problemi.

Sergio

Avatar utente
fumettino
Märklinista
Messaggi: 5577
Iscritto il: 14 marzo 2009, 19:57
Nome: Maurizio
Località: Lazio, RM, Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

#46 Messaggio da fumettino » 26 marzo 2015, 13:52

sergiob ha scritto: - Volevo intendere che sono stati potati almeno 5 anni fà!!!
- però nella realtà non risulterebbero molto belli 'sti 'tronchi'... Intendendo con questo voler dire che, data la loro non perfetta linearità e il loro piccolo calibro, sarà arduo poterne ricavare tavolame ben utilizzabile. Sono invece sicuramente sfruttabili come tronchi per ottenerne legna... da ardere.

MA QUANTO ME PIACE DE CHIACCHIERA' - Maurizio Roma
tanto buon gioco da maurizio.fumettino grafico pubblicitario

Avatar utente
ferrante
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 905
Iscritto il: 17 febbraio 2006, 14:24
Località: Toscana
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#47 Messaggio da ferrante » 27 marzo 2015, 9:10

tiziano hupac forse l'hai già spiegato...le cinghie come le fai? sono già pronte?
"besten oder nicht"

Avatar utente
hupac
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 529
Iscritto il: 22 ottobre 2006, 23:11
Nome: tiziano
Località: lissone MB
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#48 Messaggio da hupac » 27 marzo 2015, 22:43

le cinghie le faccio con questo
100mm-paper-masking-tape.jpg
e' nastro da mascheratura x automodellismo tagliato al laser c'e' da 1-2-3 mm
e' adesivo e una volta fissato lo puoi colorare con un qualsiasi pennarello
ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
titty

Avatar utente
ferrante
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 905
Iscritto il: 17 febbraio 2006, 14:24
Località: Toscana
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#49 Messaggio da ferrante » 28 marzo 2015, 17:13

grazie....io sto provando un altro materiale....se viene bene vi faccio vedere l'effetto...... :bigsmile: :bigsmile:
"besten oder nicht"

Avatar utente
ferrante
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 905
Iscritto il: 17 febbraio 2006, 14:24
Località: Toscana
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: carico legname

#50 Messaggio da ferrante » 30 marzo 2015, 10:17

avevo provato con il filo interdentale ma i risultati sono stati pessimi....questo è il filo da cucire...un po' troppo sottile...
(balsa e rametti da siepe)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"besten oder nicht"

Rispondi