Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.

Sito e forum dedicati al fermodellismo a tre rotaie gestito da appassionati senza fini commerciali. Qui trovate notizie storiche e suggerimenti tecnici per i vostri modelli vintage e moderni. Il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

La manutenzione e le riparazioni delle nostre loco ed del materiale trainato. Trucchi, suggerimenti e domande.

Moderatore: eroncelli

Rispondi
Avatar utente
massimofs
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 522
Iscritto il: 28 maggio 2015, 14:37
Argomenti: 0
Nome: Massimo
Località: Pescara
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da massimofs » 12 settembre 2017, 18:59

Buona sera a tutti.

Col mio tracciato mi sto ingrandendo.
Sono ospite fisse 24 loco, sempre sul tracciato, pronte ad essere impegnate.
Se non sbaglio ho quattro convogli di carrozze con luci, parcheggiate su binari morti e senza corrente. Poi fra convogli merci e carrozze altri 17.

Mi domando: che tipi di problemi si possono venire a creare sul tracciato ? Ora sto prendendo confidenza con la CS3, fra un paio di mesi scarsi, forse anche prima, amplierò il tracciato e metterò la CS2 slave e booster della CS3.
Voi che avete più esperienza di me avete qualcosa da suggerire ?

Vi ringrazio fin d'ora e vi saluto tutti.

Massimofs

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da supermoee » 12 settembre 2017, 20:33

Problemi di spazio?

:bigsmile:

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
massimofs
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 522
Iscritto il: 28 maggio 2015, 14:37
Argomenti: 0
Nome: Massimo
Località: Pescara
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da massimofs » 13 settembre 2017, 15:24

Nonostante sia uno "svizzero" stai diventando anche spiritoso.

Grazie Stefano.

A proposito Stefano mi è arrivata la Br 103. Strepitosa ! Sembra un'auto tedesca per come è stata assemblata.

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7357
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Argomenti: 508
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da Vanni » 14 settembre 2017, 10:20

Ricordo l'esperienza avuta con il plastico di Gipo, che teneva sui binari centinaia e centinaia di rotabili, tutti contemporaneamente e solo in parte su tronchini sezionati.
Era (è ancora?) un plastico stracolmo di locomotori, locomotive, elettrotreni, vagoni passeggeri e merci di ogni tipo...
Quando, dopo che Gipo ci ebbe lasciato, andammo a cercare di mettere un po' d'ordine in quel mega parcheggio di treni, ci imbattemmo in un cortocircuito!
Con tutti quei rotabili presenti contemporaneamente fu impossibile trovare la causa del cortocircuito, che poteva essere causato da un pattino rimasto su uno scambio, un carrello deragliato per un urto accidentale, un qualsiasi oggetto metallico caduto da un carico merci sul binario....
Insomma, fu impossibile trovare il responsabile e presto abbandonammo l'impresa.

Questo per dire che quanti più rotabili sono presenti contemporaneamente su un plastico tanto maggiori sono le difficoltà per individuare eventuali cortocircuiti.
In casi estremi, se le circuitazioni elettriche non permettono di fare diversamente, occorre togliere uno per uno tutti i rotabili finché non si individua ...il responsabile del misfatto.
Vanni

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2741
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 23:30
Argomenti: 138
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da sergiob » 14 settembre 2017, 12:11

Vanni ha scritto: ...
Con tutti quei rotabili presenti contemporaneamente fu impossibile trovare la causa del cortocircuito, che poteva essere causato da un pattino rimasto su uno scambio, un carrello deragliato per un urto accidentale, un qualsiasi oggetto metallico caduto da un carico merci sul binario....
Insomma, fu impossibile trovare il responsabile e presto abbandonammo l'impresa.
...
Bisognerebbe prevedere nei plastici il maggior numero possibile di sezionamenti, escludibili/inseribili ognuno con un proprio interruttore, che in casi di cortocircuito si avrebbe pertanto la possibilità di restingere l'area su cui effettuare la ricerca. :wink:

Sergio

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7357
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Argomenti: 508
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da Vanni » 14 settembre 2017, 13:36

sergiob ha scritto: Bisognerebbe prevedere nei plastici il maggior numero possibile di sezionamenti, escludibili/inseribili ognuno con un proprio interruttore...
Certamente! E bisognerebbe isolare il sezionamento non appena effettuato il parcheggio.
Infatti, soprattutto col digitale, in presenza di un corto non si riesce a far azionare dalla Centrale l'interruttore di isolamento, perchè essa non risponde finché il corto non viene eliminato. Bisogna andare a staccare materialmente i fili...
Nel plastico di Gipo, oltre a non riuscire più a riconoscere gli eventuali fili giusti, ormai non funzionavano meccanicamente nemmeno più le pulsantiere di comando analogico.
Vanni

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2741
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 23:30
Argomenti: 138
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da sergiob » 14 settembre 2017, 14:32

Vanni ha scritto: ...
Certamente! E bisognerebbe isolare il sezionamento non appena effettuato il parcheggio.
...
Vanni giusto quanto scrivi, ma io inoltre intendevo, non so se sono stato chiaro, anche e soprattutto lungo tutto il percorso, spezzandolo in vari settori fra loro isolati ed alimentati ciascuno tramite interruttori.
Recentemente nel "costruerndo plastico" realizzato con 7 settori fra essi isolati, nel momento del primo collaudo avevo dei cortocircuiti, ma così ho facilmente individuato il settore "colpevole" dove ho trovato la causa.

Sergio

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7357
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Argomenti: 508
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Pericoli insiti mettendo molte loco sul tracciato

Messaggio da Vanni » 14 settembre 2017, 15:21

sergiob ha scritto: ...tutto il percorso, spezzandolo in vari settori fra loro isolati ed alimentati ciascuno tramite interruttori...
...7 settori fra essi isolati...
Ciao Sergio.
Sei stato chiarissimo; oltre al tuo suggerimento, negli impianti di notevoli dimensioni torna utile l'impiego di Centrale + uno o più Booster, che danno già una buona indicazione per l'individuazione di un corto.
Vanni

Rispondi