Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.

Sito e forum dedicati al fermodellismo a tre rotaie gestito da appassionati senza fini commerciali. Qui trovate notizie storiche e suggerimenti tecnici per i vostri modelli vintage e moderni. Il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

STAZIONE NASCOSTA

La manutenzione e le riparazioni delle nostre loco ed del materiale trainato. Trucchi, suggerimenti e domande.

Moderatore: eroncelli

Rispondi
Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 7 giugno 2016, 19:10

Chiedo già umilmente perdono, probabilmente sapete già come fare o ne avete già parlato da qualche parte di questo forum, vorrei chiedervi un informazione: come si fa a dare un'automatismo ai treni in percorrenza in una stazione nascosta a 3 binari? Partendo dal fatto che ho i binari m e solo mobile station 2 più un trasformatore analogico bianco di cosa altro avrei bisogno? Scusate la mia ignoranza a riguardo ma ho letto e riletto vari schemi ma ci capisco poco vorrei postare l'immagine in jpeg ma non vedo come inserirla. Vi ringrazio.
Federico

Avatar utente
Dampflok
Märklinista
Messaggi: 7505
Iscritto il: 26 novembre 2005, 21:13
Argomenti: 510
Nome: Roberto
Località: Lazio,RM,Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da Dampflok » 7 giugno 2016, 21:12

http://www.3rotaie.it/3r_Manuali/Manuali.htm

A questo link fra i vari manuali scaricabili troverai anche il "Manuale dei segnali " redatto da P. Ireneo e impaginato da me.
Uno degli ultimi capitoli del manuale tratta appunto della automazione di una stazione nascosta.

Buona lettura
Roberto

Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 7 giugno 2016, 23:04

Grazie Roberto, si ho letto il libro dei segnali, possiedo il 7039 spero che funzioni anche in digitale... Mi chiedevo cosa devo avere a livello di binari segnali e decoder per dare la funzione teorica di alternanza treni come ben descritta in questo manuale, considerando che ho mobile station 2 per il circuito digitale e scambi analogici.
Ti ringrazio e complimenti per l'impaginazione.

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1066
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Argomenti: 109
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da luferr52 » 7 giugno 2016, 23:11

L'ignoranza tua fa coppia con la mia, nel senso che anche io sono da pochi mesi tornato su questo "amore" giovanile.
Quello che posso dirti, in base a quanto ci ho capito io, è un discorso generale che non so come tu possa applicarlo alla tua MS2.
Predisporre una stazione nascosta o scoperta che sia significa avere tre/quattro segmenti (anche curvi se la stazione è nascosta, dritti evidentemente se alla luce del sole) atti ad ospitare dei convogli.
Questo direi è il primo problema perché lo spazio a disposizione, la lunghezza dei convogli che ti propone mamma M ed ultimo, ma forse il più importante, il costo di queste composizioni sono tre variabili da soppesare con attenzione.
L'obiettivo da raggiungere è quello di immettere sul tracciato un treno diverso da quello appena arrivato in stazione.
Se la stazione è nascosta questo "colpisce" l'osservatore che vede entrare il convoglio X ed uscire dopo alcuni secondi un convoglio Y. Se la stazione è in vista significa che un certo treno è arrivato a fine corsa mentre un altro parte per il suo tragitto.
Se vuoi controllare quanto avviene "a mano" ti servono dei segnali in caso di stazione visibile o dei binari senza/con corrente nel caso di stazione nascosta.
L'uso dei segnali, come hai appena detto, lo conosci tramite il manuale consigliato da Roberto.
I binari a cui dare/togliere corrente è invece un discorso diverso. Occorre separare due o più binari del tracciato usando degli isolatori (cod. 74030) poi si predispone il passaggio della corrente collegando con un cavo/filo (in pratica la metà del connettore cod. 74040) la "lamella" (non so il termine tecnico esatto) di destra della rotaia (attenzione che se tieni la rotaia a pancia in su la lamella è, ovviamente, quella di sinistra!) ad un M84 (cod. 60841).
Questo M84 costa un botto e, tramite quattro relè (non chiedermi cosa siano perché per me è arabo), gestisce corrente si/no a quattro sezioni di tracciato. (Il collegamento dei fili all'M84 è stato uno dei miei primi incubi; se vuoi approfondire cercherò di farti la spiega)
In pratica quando arriva un convoglio non trova corrente su una parte del tracciato e quindi si blocca (il fatto del "blocco" è accettabile per una stazione nascosta, mentre se il tutto è visibile questo non è molto realistico). A questo punto tu, manualmente, dai corrente ad un'altra sezione del tracciato e fai partire un altro convoglio.
Mi fermo a questo punto perché la parte successiva prevede il controllo in digitale della stazione nascosta e questo si può fare in due modi: tramite Pc o tramite sezione Memory della CS2.
Ora tu hai la MS2 e sinceramente non so come potresti controllare in digitale entrata/uscita dei convogli, ma ci sono altri qui più informati che ti potranno rispondere.

Alla prossima luigi

Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 7 giugno 2016, 23:41

Ciao Luigi, inanzitutto ti ringrazio della spiegazione e sto capendo già di più :-) quindi quando dici tu manualmente dai corrente manualmente ad un'altra sezione del tracciato significa che quel decoder registra i tracciati come a,b,c toglie corrente a tutti e 3 automaticamente e io scelgo tipo b come tracciato e da corrente a quella sezione qualsiasi locomotiva ci sia? Spero di aver capito bene... ma per quanto riguarda gli scambi come li gestisce il decoder in modo automatico (quindi gli scambi sono collegati al m84) o manuale? sarà stupida la domanda per molti, ma per me purtroppo no. ho inserito la foto perchè spiega come collegarlo e mi sembra che non è necessario la central station ma chiede il decoder k83... :shake:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1066
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Argomenti: 109
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da luferr52 » 8 giugno 2016, 6:13

Una premessa doverosa: quello che ti sto raccontando è legato ai binari C ed ignoro totalmente cosa fare con il binario M, o meglio, oltre 50 fa avevo un tracciato con scambi e, addirittura, due semafori ed erano tutti collegati a degli scatolotti (sono cambiati ma ci sono ancora adesso) e si azionavano con i bottoncini degli scatolotti. Poi traslochi e vicende varie mi hanno fatto perdere il tutto: quindi ora sono ripartito con i binari C e quanto connesso.
Dunque, per gestire gli scambi in digitale o inserisci sotto pancia il decoder cod. 74461 e gli assegni un indirizzo ( in questa modalità non vedi più un filo perché tutti collegati allo scambio stesso) oppure li colleghi ad un M83, cod. 60831 che ne gestisce quattro.
La prima soluzione è più costosa ma evita fili, buchi nel legno od operazioni di copertura dei fili se sono in vista. Io sono partito così, ma al crescere del numero di apparati mi sono orientato agli M83 (ci sono ovviamente decoder non Marklin ma non li conosco).
Il problema che si pone a questo punto è la coordinazione tra azionamento scambio e corrente al tracciato. Come ti dicevo il controllo in digitale può avvenire o tramite Pc, o tramite sezione Memory della CS2.
Io sono partito da questa seconda modalità, per capire cosa propone mamma M, ma ora vorrei provare anche il controllo tramite Pc.
Come ripeto non so quanto dico possa poi essere utilizzato con la MS2, comunque il discorso è abbastanza generale e serve a capire come funziona il tutto.
Dunque, per coordinare le varie azioni serve sapere dove cavolo sia un convoglio e questo in casa M può avvenire in due modi: tramite un binario di contatto o tramite un contatto reed. Il primo è un vero e proprio binario da comprare così com'è, non so il codice, ha il vantaggio che può rilevare il passaggio del treno nei due sensi ma, a quanto ho letto, è molto poco affidabile e quindi l'ho scartato.
La seconda modalità è costituita da un contatto reed cod. 7555 che si applica al binario che vuoi far diventare di contatto, dritto o curvo non importa basta che ci sia posto a sufficienza (occorre fare anche due piccoli buchi nel binario per far passare i fili) i due fili del contatto vanno poi ad altri due possibili aggeggi S88 cod. 60881 o L88 cod. 60883 (la differenza tra i due ad altra puntata) un filo alla massa ed uno ad uno dei possibili 16 punti dell'S88 o dell'L88 (attenzione ai fili a non scambiarli, come è capitato a me, con conseguente incubo di non capire perché il tutto non funzionasse).
Ora, per finire la preparazione occorre applicare sotto la pancia di una loco o di un vagone un magnete (tre tipi di diversa grandezza cod. 7556/7/8).
In pratica la loco o il vagone con il magnete sotto pancia, al passaggio sul contatto vengono rilevati e questo può scatenare una serie di eventi programmati. C'è anche un'altra elegante modalità che permette di evitare contatto reed e magnete ma qui mi fermo perché il sole è già sorto e l'orto aspetta.

Alla prossima luigi

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da supermoee » 8 giugno 2016, 7:13

Ciao Federico e benvenuto,


Avendo tu una MS2 non hai possibilità di comandare in automatico in modo digitale la stazione nascosta. Quello che puoi fare però è un sistema pari a quello analogico descritto nel tuo libro, in parallelo al sistema digitale.

Gli scambi vengono comandati da m83 di solito. Gli m84 sono dei relè.

Consiglio vivamente la lettura delle domande frequenti sulla CS2. Li sono descritte tutte le componenti con il loro funzionamento ed uso

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
eroncelli
Märklinista
Messaggi: 5158
Iscritto il: 27 aprile 2008, 14:42
Argomenti: 390
Nome: Eugenio Roncelli
Località: Bergamo
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da eroncelli » 8 giugno 2016, 8:56

Rimarco il consiglio di Stefano/Supermooe e di Roberto: sul sito ci sono tantissime informazioni.

Come regola generale: con la MS2 si possono comandare i treni (anche gli scambi, con un poco di complicazione), ma non si fà alcun tipo di automazione.

Per fare "automazione" o si segue la regola "analogica" (vedi manuale dei segnali) oppure si compra la CS2.

Poi, per dare i "consensi", con il binario C è semplicissimo: basta interrompere una rotaia come ben descritto sul sito.
Sconsiglio aggeggi vari come reed, binari di commutazione (andavano benino con gli M), relè di corrente (servono solo a chi usa i "2 binari").
Eugenio
(Töcc i òmen e fómne i nàs lìberi e compàgn in dignità e derécc)

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da supermoee » 8 giugno 2016, 10:20

eroncelli ha scritto:
Sconsiglio aggeggi come binari di commutazione (andavano benino con gli M), relè di corrente (servono solo a chi usa i "2 binari").
Ciao,

io con i binari di commutazione M ho fatto bruttissime esperienze. Dopo un pò erano più le levette che rimanevano giù che quelle che tornavano su.

I relè di corrente invece possono essere molto utili per i binari M appunto, visto che non c'è nessun altro metodo affidabile per tale binario, reed a parte.

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 8 giugno 2016, 12:19

Non so se sia più difficile trovare una soluzione economica al mio problema o costruire una linea senza cremagliera sulle montagne svizzere... Visto che la linea in svizzera l'hanno già costruita molto tempo fa... e mi sembra che per fare ciò che voglio fare io mi costerebbe un 1000... ovvero central station + decoder + scambi e binari in c... credo che farò in modo manuale e ci piazzo una telecamera... se metto in analogico e ho un convoglio illuminato (quindi con pattino) da problemi perchè il relè legge 2 treni (ditemi se ho capito bene), la figura 9.23 mi incuriosisce e mi lascia una timida speranza... sembra che non ci siano decoder particolari e i segnali, o meglio i semafori siano collegati direttamente agli scambi... però rimane sempre il problema di 2 pattini...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 8 giugno 2016, 12:25

Mi sono dimenticato di ringraziare. Ringrazio tutti per l'aiuto, scusate la mia ignoranza portate pazienza ma vengo da una generazione dove basta installare un software o una app e tutto funziona e purtroppo queste sono conoscenze nobili dalla teoria alla messa in pratica nel mondo reale che purtroppo non possiedo.

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da supermoee » 8 giugno 2016, 12:57

Ciao,

come hai bene riconosciuto, il problema con il binario di commutazione è proprio l'eventualità di avere più pattini in un convoglio. Se si ha tanto spazio a disposizione il problema può essere risolto con il piazzamento dei binari di commutazione ad una distanza appropriata da non creare problemi, anche se vengono azionati più volte in sequenza. Spesso purtroppo lo spazio è tiranno e quindi non è possibile.

Una soluzione è di prevedere un collegamento elettrico loco-carrozze così da avere un solo pattino per convoglio. Oppure si usano contatti reed azionati da magnete sotto il convoglio. Questi hanno però una potenza elettrica limitata e non possono fare commutare una quantità a piacere di scambi/segnali. Si dovrebbe prevedere un circuito di amplificazione. I sensori di consumo corrente sarebbero ideali, ma necessitano di componenti elettroniche aggiuntive.

Esistono poi elettroniche di gestione stazioni nascoste da comperare separatamente completamente autonome, ma hanno anche loro un costo non indifferente.

La soluzione più a basso costo è quella di prevedere un solo pattino per convoglio. Ti avverto però che l'affidabilità dei binari di commutazione non ti renderà felice.

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 8 giugno 2016, 13:55

credo che ascolterò il tuo consiglio perchè il problema di una stazione nascosta è che è difficilmente raggiungibile proprio perchè lo dice la parola stessa. Devo avere la sicurezza al 100% che questa lavori a dovere con qualunque locomotiva. Se dovessi mettere tutto in digitale per fare un lavoro fatto bene mi occorre la central station 2, i decoder negli scambi e cos'altro?

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da supermoee » 8 giugno 2016, 14:37

Ciao,

in aggiunta ti servono i decoder per la retroazione, 1X 60883 e 60882 per i sensori di corrente.

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1066
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Argomenti: 109
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da luferr52 » 8 giugno 2016, 22:17

Vedo che sei in mani, non buone, ma ottime.
Evito quindi di continuare il mio racconto, vissuto anche in concreto, su gestione stazione nascosta.

Alla prossima luigi

Avatar utente
federicoacquafresca
New Märklin Supporter
Messaggi: 23
Iscritto il: 5 aprile 2015, 12:11
Argomenti: 0
Nome: federico
Località: VENETO, VERONA, BUSSOLENGO
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

Re: STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da federicoacquafresca » 12 giugno 2016, 14:05

si grazie Luigi!!! di tutto davvero!

Avatar utente
Chioccone
New Märklin Supporter
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 febbraio 2015, 8:46
Argomenti: 0
Nome: Luigi Turchi
Località: Emilia, Modena, Fanano
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da Chioccone » 18 maggio 2018, 10:35

Buongiorno
Scusate se mi intrometto, ma ho un problema con un L88 60883. Ho installato nel mio plastico un 60883 al bus 1 ho collegato 2 S88 e funzionano bene, al bus uno ho appena collegato un altro S88 ma non riesco a farlo funzionare, non lo rileva, sono due settimane che ci provo ma non ci vengo fuoiri.
Cosa posso fare?
Grazie mille
Ciao Luigi Turchi

Avatar utente
Chioccone
New Märklin Supporter
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 febbraio 2015, 8:46
Argomenti: 0
Nome: Luigi Turchi
Località: Emilia, Modena, Fanano
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da Chioccone » 18 maggio 2018, 10:55

Scusate ho sbagliato è al bus 2 che non riesco a configurare il nuovo S88
Grazie

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da supermoee » 18 maggio 2018, 19:38

Ciao Luigi,

hai modificato le impostazioni del L88 impostando la lunghezza del bus2 a 1 modulo?

saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
Chioccone
New Märklin Supporter
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 febbraio 2015, 8:46
Argomenti: 0
Nome: Luigi Turchi
Località: Emilia, Modena, Fanano
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Stato: Non connesso

STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da Chioccone » 19 maggio 2018, 8:46

Ciao Stefano
Si ho impostato sul Bus 2: 1
ma non lo rileva
Ciao Luigi

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4569
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Argomenti: 300
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte
Stato: Non connesso

STAZIONE NASCOSTA

Messaggio da supermoee » 20 maggio 2018, 17:50

Ciao,

connesso il modulo nel verso giusto? (freccine)

Hai usato il cavo originale? Hai provato un altro cavo?

Insomma, sono i controlli di rito per escludere problemi di connessione.

Hai numerato di conseguenza le entrate nel layout?

saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Rispondi