Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo a tre rotaie gestito da appassionati senza fini commerciali. Qui trovate notizie storiche e suggerimenti tecnici per i vostri modelli vintage e moderni. Il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Ricerca di pulsanti "speciali"

La manutenzione e le riparazioni delle nostre loco ed del materiale trainato. Trucchi, suggerimenti e domande.

Moderatore: eroncelli

Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Ricerca di pulsanti "speciali"

#1 Messaggio da bellingrodt » 1 marzo 2016, 15:29

Ciao a tutti,
nella riorganizzazione del quadro comandi del mio plastico vorrei,per rendere ancor più realistico l'acei,installare per il comando dei vari itinerari dei pulsanti con una funzione particolare.
Piccola premessa:al vero i pulsanti di itinerario funzionano così:
-a riposo diciamo 0,nessun contatto
-premuti a ritorno a molla a 0,pulsata di comando
-estratti sempre con ritorno a molla a 0,distruzione comando.

Io sto cercando nei vari negozi on line di elettronica un pulsante di questo genere,sempre se esiste.
Tra la gamma dei commutatori a levetta con ritorno a molla esiste,io però lo vorrei proprio a forma di pulsante.
Qualcuno mi potrebbe illuminare e indirizzare?
GRAZIE
Roberto

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2895
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 23:30
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#2 Messaggio da sergiob » 1 marzo 2016, 19:21

Roberto, la mia curiosità sommata alla mia ignoranza mi obbliga a chiederti chiarimenti sulla terza "opzione", che vuol dire :estratti...., distruzione comando.
Sperando di aver compreso le prime 2 opzioni, che mi sembrano quelle classiche di un pulsante!!!
Mi immagino i classici pulsanti e come sono fissati, faccio fatica ad estrarli :wink: :wink: .

Sergio

P.S.: Avendo appena fatto una brevissima ricerca in rete, mi sono reso conto di quante cose non si è a conoscenza (ACEI), e che ha causato la mia "domanda" :wink: :wink:

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#3 Messaggio da bellingrodt » 1 marzo 2016, 19:49

Ciao Sergio,
tutti i pulsanti di comando degli itinerari degli Acei FS,dal modello più vecchio di metà anni 50 ai più recenti hanno la possibilità di essere estratti,cioè invece di spingere il pomolo del pulsante lo tiri in alto,con ritorno a molla.
Questa necessità scaturisce dal fatto che dopo la pigiata del pulsante per la creazione di un itinerario il dirigente movimento ha tempo fino alla completa registrazione del comando da parte dell'apparato per "ripensarci"ed annullare il comando estraendo appunto il pulsante e riportare l'apparato a riposo. Questo si può fare entro una certa fase di elaborazione oltre la quale il ripensamento non è più tollerato(si arriva all'apertura del segnale di protezione della stazione a fine comando,mica scherzi!).In realtà esistono dei tasti di soccorso piombati che in caso di necessità previa spiombatura permettono annullamenti e forzature ai comandi non accettati per esempio per incompatibilità.....ma il discorso è molto lungo.

Sul mio plastico in tutte le stazioni piccole o grosse e nascoste ho ricreato tutto ciò,compresi i tasti di soccorso realmente attivi.
Per ora ho installato un pulsante più grosso per ogni comando di itinerario ed uno piccolo vicino a questo per avere questa funzione di reset,in sostituzione della posizione estratta del pulsante.

Trovandomi ora a modificare il quadro principale avendo aggiunto come spiegato nella descrizione del mio plastico 3 nuove stazioni nascoste volevo installare questo tipo di pulsante.

Comunque se non li trovo,ma ancora ci spero,penso di autocostruirli....
Roberto

Avatar utente
Dampflok
Märklinista
Messaggi: 7522
Iscritto il: 26 novembre 2005, 21:13
Nome: Roberto
Località: Lazio,RM,Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 5 volte

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#4 Messaggio da Dampflok » 1 marzo 2016, 21:35

Ciao,

Ti consiglio un link, questo:
http://www.trenichepassione.it/tag/quadri-luminosi/

Per averlo visto funzionante, in diverse mostre, posso assicurarti di non aver mai visto nulla di più simile ad un vero quadro acei in un plastico.

Anche solo per un consiglio......

Roberto

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#5 Messaggio da bellingrodt » 1 marzo 2016, 21:54

Salvatore lo conosco bene ed ho anche visto i suoi Acei dal vivo. The best.
La differenza è che lui ha usato parecchie memorie Eprom per le condizioni,mentre io ho utilizzato come al vero i relè salvo condizioni vincolate con matrici a diodi. Salvatore d'altronde ha fatto bene ad usare componenti più miniaturizzati per poter trasportare alle fiere i suoi meravigliosi elaborati.
Quando l'ho incontrato a Genova l'unica cosa che non ho verificato e non gli ho chiesto è proprio il tipo dii pulsanti che ha usato....
Roberto

Avatar utente
attiliohary
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1623
Iscritto il: 25 novembre 2011, 1:52
Nome: Attilio Hary
Località: Biella- Piemonte
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#6 Messaggio da attiliohary » 1 marzo 2016, 22:55

Parlando da informatico, un interruttore o un pulsante che sia, non è altro che un bit: cioè ha due stati. Chiamali on/off, acceso/spento, aperto/chiuso, zero/uno, o come ti pare, più che queste due posizioni, non possono avere.

Potrebbero esserci degli interruttori con uno stato intermedio se solo si riuscisse ad applicare i concetti della meccanica quantistica ai contatti elettrici ... purtroppo ancora nessuno ce l'ha fatta, ed è il sogno nel cassetto di molti ricercatori.

Da elettronico, ti posso dire che ci sono degli interruttori che si possono azionare in due modi: azionati da una parte, si comportano da interruttori, cioè rimangono chiusi fissi, mentre se li azioni dall'altra parte, si comportano come pulsanti, cioè rimangono chiusi finchè ci tieni il dito sopra.
Però anche questi , o sono aperti o sono chiusi. Vengono normalmente utilizzati sui frullatori e sui vari robot da cucina.

Ci sono poi dei pulsanti/interruttori commutatori con lo zero centrale, però questi deviano il segnale in ingresso su due uscite separate. Sono, per la precisione, dei deviatori con posizione a zero. Ci sono sia a pulsante che a interruttore, cioè stabili oppure instabili (fissi oppure finchè li tieni premuti)

Rileggendo bene il tuo scritto, mi viene però il sospetto che tu ti riferisca ad un sistema meccanico di "pulsanti" utilizzato sulle vecchie radio, che in realtà era costituito da un gruppo di tre o quattro "pulsanti" cilindrici neri. Ogni "pulsante, in realtà, azionava una serie di quattro deviatori paralleli e aveva un sistema meccanico di molle che, oltre a trattenerlo bloccato a fondo corsa, liberava e faceva tornare a zero l'eventuale altro o gli eventuali altri "pulsanti" che fossero in posizione di acceso.
Tipicamente questi pulsanti servivano ad accendere la radio o a selezionare la gamma di utilizzo, cioè Onde Lunghe, Medie e Corte. L'ultimo pulsante, tipicamente serviva allo spegnimento e faceva semplicemente scattare a zero il pulsante di accensione.
Spesso, il cilindretto di questo pulsante era rosso, anzichè nero come tutti gli altri.
Ne esistevano anche dei tipi in cui il quarto pulsante era meccanicamente indipendente dagli altri due/tre, e non ne provocava l'azzeramento.
Alcuni modelli di questi aggeggi erano anche accoppiabili tra loro, estendendo il giochetto del ritorno automatico a gruppi multipli di 8/12/16/20 pulsanti

Di questi aggeggi se ne trovano ancora parecchi nelle fiere e mercatini di elettronica, costano una sciocchezza e permettono di fare dei trucchetti molto simpatici.
Uno dei primi post che avevo inserito nel forum, riguardava un sistema di automazione della piattaforma girevole, che poteva adottare questo tipo di comando, oppure, come ho poi fatto io, dei relè a 3/4 commutazioni.
Io li ho anche installati sui miei quattro binari di collaudo. Ho collegato il contatto comune ai punti di contatto e alla linea aerea, e i due ingressi, rispettivamente ad un trafo classico e alla MS1. In questo modo, se il pulsante di comando del binario è a riposo, l'alimentazione è analogica, se è premuto, invece, l'alimentazione è digitale.

ciao a tutti

T&P
Con il trenino, se i bimbi si divertono ...... i grandi molto di più !!!
Tillo & Paolino.... "Musi Neri" Onorari

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#7 Messaggio da bellingrodt » 1 marzo 2016, 23:53

attiliohary ha scritto:....

Ci sono poi dei pulsanti/interruttori commutatori con lo zero centrale, però questi deviano il segnale in ingresso su due uscite separate. Sono, per la precisione, dei deviatori con posizione a zero. Ci sono sia a pulsante che a interruttore, cioè stabili oppure instabili (fissi oppure finchè li tieni premuti)...




T&P
Ciao Attilio,io ho bisogno un deviatore a posizione a zero.
Un contatto a chiudere instabile pigiando ed un contatto a chiudere anch'esso instabile tirando.
E' la stessa cosa che fanno i commutatori instabili a levetta descritti normalmente nei siti di vendita di componenti elettronici come (ON)-off-(ON).Quelli commutano 0-destra e 0-sinistra. Io ho bisogno 0-premuto e 0-tirato(estratto)
Secondo te esiste un commutatore a pulsante del genere?
Grazie
Roberto

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7434
Iscritto il: 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Hai ringraziato: 1 volta
Sei stato  ringraziato: 6 volte

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#8 Messaggio da Vanni » 2 marzo 2016, 8:53

bellingrodt ha scritto: Un contatto a chiudere instabile pigiando ed un contatto a chiudere anch'esso instabile tirando.
....
Secondo te esiste un commutatore a pulsante del genere?
Grazie
Ciao! Per esistere esistono di sicuro, tant'è vero che nei quadri ACEI FS vengono ancora usati.
Non credo che tutti i quadri ACEI delle FS siano già stati smantellati e aggiornati con sistemi elettronici più moderni.
Si romperanno pure qualche volta, no? E verranno sostituiti con identici pulsanti, no? Se no si blocca un sistema.
Quindi io mi informerei presso una stazione che ancora impieghi questi quadri, magari chiedendo dove vengono rottamati i quadri a seguito di un loro aggiornamento, per poi eventualmente "cannibalizzare" e recuperare quei pulsanti. Magari in qualche loro cassetto ne hanno una manciata...
L'alternativa è lo studio e la messa a punto di un pulsante come lo vuoi tu, modificandone uno "normale": considerata la tua inventiva, non dovrebbe essere un problema per te insormontabile.
Vanni

Avatar utente
LucioTS
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3307
Iscritto il: 19 settembre 2006, 17:11
Nome: Lucio Cavedali
Località: Friuli-Venezia Giulia, Trieste
Hai ringraziato: 1 volta
Sei stato  ringraziato: 6 volte
Contatta:

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#9 Messaggio da LucioTS » 2 marzo 2016, 9:02

Al momento ho trovato qualcosa di simile, non è un pulsante ma un interruttore.
http://it.rs-online.com/web/p/interrutt ... i/8154082/
Probabilmente, cercando nel sito indicato, qulcosa in più troverai.
Immagine
Immagine
Saluti da Trieste
Lucio

Avatar utente
riccardo fenoglio
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 924
Iscritto il: 6 settembre 2010, 22:27
Nome: Riccardo
Località: Airasca
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Contatta:

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#10 Messaggio da riccardo fenoglio » 2 marzo 2016, 9:33

Riccardo
http://www.3rotaie.it/pp3r/index.php
Se una cosa non funziona è perchè probabilmente non sei capace di farla funzionare.

Avatar utente
riccardo fenoglio
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 924
Iscritto il: 6 settembre 2010, 22:27
Nome: Riccardo
Località: Airasca
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0
Contatta:

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#11 Messaggio da riccardo fenoglio » 2 marzo 2016, 9:39

Quello ad estrazione potrebbe essere un classico pulsante di Emergenza con blocco

800FP-MT44 +800F-ALP+800F-X10(contatto aperto) o 800F-X01(contatto chiuso)

La Brochure
http://literature.rockwellautomation.co ... _-it-p.pdf

sempre se ho capito il tutto

Riccardo
Riccardo
http://www.3rotaie.it/pp3r/index.php
Se una cosa non funziona è perchè probabilmente non sei capace di farla funzionare.

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#12 Messaggio da bellingrodt » 2 marzo 2016, 10:46

Vanni ha scritto:
bellingrodt ha scritto: Un contatto a chiudere instabile pigiando ed un contatto a chiudere anch'esso instabile tirando.
....
Secondo te esiste un commutatore a pulsante del genere?
Grazie
Ciao! Per esistere esistono di sicuro, tant'è vero che nei quadri ACEI FS vengono ancora usati.
Non credo che tutti i quadri ACEI delle FS siano già stati smantellati e aggiornati con sistemi elettronici più moderni.
Si romperanno pure qualche volta, no? E verranno sostituiti con identici pulsanti, no? Se no si blocca un sistema.
Quindi io mi informerei presso una stazione che ancora impieghi questi quadri, magari chiedendo dove vengono rottamati i quadri a seguito di un loro aggiornamento, per poi eventualmente "cannibalizzare" e recuperare quei pulsanti. Magari in qualche loro cassetto ne hanno una manciata...
L'alternativa è lo studio e la messa a punto di un pulsante come lo vuoi tu, modificandone uno "normale": considerata la tua inventiva, non dovrebbe essere un problema per te insormontabile.
Ciao Vanni!
i pulsanti usati negli acei non sono prodotti commerciali e vengono realizzati ad hoc dalle ditte che realizzano questi apparati e non sono commercializzati.
Tempo fa avevo cannibalizzato un po'di questi pulsanti.....
per comodità posto questa foto dal web(ora non sono a casa....
pulsante acei.JPG
Il problema è che hanno molti contatti di scambio e a me per uso modellistico non servono e sono ENORMI.Vorrei tenerli solo da collezione e poi ne ho solo una decina,me ne servirebbero molti di più....grazie comunque del consiglio,se non trovo niente provo a costruirli...mi frulla già qualche idea....
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Roberto

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#13 Messaggio da bellingrodt » 2 marzo 2016, 10:49

Grazie Lucio e Riccardo,ho dato un occhio ai vostri link,per adesso non ho visto un pulsante con le caratteristiche necessarie,ma li sto riguardando con calma....GRAZIE! :ridi:

PS,la forma del pomolo non è determinante,ho idea di farmeli al tornio,l'importante è la contattiera interna del pulsante....
Roberto

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2895
Iscritto il: 5 febbraio 2007, 23:30
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 1 volta

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#14 Messaggio da sergiob » 2 marzo 2016, 17:42

Roberto, ti ringrazio per la lunga spiegazione e mi scuso, a causa della mia "ignoranza" sul tema, per avertela fatta scrivere.
Il mondo è sempre pieno, fortunatamente, di cose da imparare!!!! :wink: :wink:
Come scritto, dopo una breve ricerca mi sono reso conto dell'ampiezza del tema. :nerd:

Sergio

Avatar utente
Pietro
Märklin Supporter
Messaggi: 310
Iscritto il: 4 marzo 2008, 15:01
Nome: Pietro
Località: Piemonte
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#15 Messaggio da Pietro » 2 marzo 2016, 22:03

Sara'

a me vengono in mente gli interruttori a "tiretto" usati nella nautica, per esempio quelli della Reba.....

Ciao
Pietro
Personal page: Plastico attuale 1x2m, schema, pp3r, Adorabili BR151, BR210

Avatar utente
bellingrodt
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 780
Iscritto il: 22 febbraio 2011, 22:14
Nome: Roberto Severini
Località: Liguria
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#16 Messaggio da bellingrodt » 3 marzo 2016, 0:01

Ciao Pietro,ho guardato il sito della Reba ma non ho trovato pulsanti con le caratteristiche che mi servono,sono molto simili i pomelli.....
Roberto

Avatar utente
attiliohary
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1623
Iscritto il: 25 novembre 2011, 1:52
Nome: Attilio Hary
Località: Biella- Piemonte
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Re: Ricerca di pulsanti "speciali"

#17 Messaggio da attiliohary » 3 marzo 2016, 23:10

Credo di aver capito che tipo di pulsanti vuoi. E' possibile che esistano in commercio quelli da te descritti.
Ho visto nei vari mercatini e fiere dell'elettronica interi banconi ricoperti di pulsanti, interruttori, deviatori di ogni tipo, foggia, epoca e utlilizzo.
Da buon elettronico mi permetto di darti alcuni consigli per la realizzazione dei quadri comandi:

Se il tuo obiettivo non è l'esatta riproduzione in scala dei veri pannelli di comando ferroviari, cerca di semplificare al massimo sia la progettazione sia la componentistica. Salvo che non siano richiesti da tue specifiche esigenze di progettazione cerca di evitare commutatori multipli o complicati.
Cerca di usare la componentistica standard per l'elettronica. Non lasciarti attirare da offerte "speciali" o particolari risultati estetici. Solitamente, quando scegli un tipo di interruttore standard, di quel modello trovi l'assortimento completo come interruttore, deviatore, pulsante, commutatore con zero al centro, monostabile, bistabile e chi più ne ha, più ne metta.
Non solo, ma generalmente li trovi anche in differenti dimensioni, sempre con lo stesso design, a seconda che ti serva pilotare un utilizzatore con maggiore o minore assorbimento.
Questi componenti hanno inoltre un intero assortimento di colori del bottone di azionamento, oltre ai classici rosso e nero, in modo che tu possa differenziare i comandi anche visivamente.
Questi interruttori/pulsanti standardizzati li trovi in produzione da anni, e continuerai ancora a trovarli: non c'è niente di più antipatico che trovarsi a dover sostituire o aggiungere uno o più pulsanti, e non riuscire a trovarne più, uno uguale agli altri.
Sono fatti per essere utilizzati in modo gravoso, e difficilmente ti capiterà che se ne guasti uno per l'uso.
Io ho buttato in pattumiera tutte le pulsantiere originali Marklin, perchè sono delle vere porcherie. Ho degli aggeggi elettronici che ho costruito quando avevo 14 anni, che funzionano perfettamente ancora oggi, dopo essere stati usati, strausati e strapazzati per anni ..... e adesso di anni ne ho 54!
Lasciamo ai costruttori di trenini il compito di costruire locomotive e ai costruttori di componenti quello di produrre interruttori.... a ognuno il suo mestiere!
Se proprio non hai drammatiche esigenze di spazio, ti suggerisco anche di non miniaturizzare troppo. I comandi devono essere innanzitutto, facili da raggiungere e comodi da azionare.
Se devi partire da zero a costruire un pannello, alle fiere delle'elettronica si trovano i fogli di vetronite "millefori". Sono le basi su cui poi verranno fotoincisi i circuiti stampati. Si tratta di vetroresina molto robusta, che presenta una o entrambe le facce, coperte di rame. In più, la versione "millefori, ha già un griglia di forellini con calbro variabile da 0,6 a 1 mm, distanziati tra loro con un passo da 6 mm.
Questo materiale è eccellente per creare i pannelli, in quanto a) i fori esistenti facilitano il lavoro di allineamento e distanziatura di pulsanti, commutatori, spie luminose e quanto altro va sul pannello. b) svolgono una eccellente funzione di ventilazione e dissipazione del calore, qualora dietro il quadro si trovino elementi da raffreddare (diodi, trasformatori, ecc.) c) la placcatura di rame su una o entrambe le facce, consente di avere una ottima massa o altro segnale, in comune a tutti i componenti e a portata di mano, e in più, se è esterna al pannello, una volta lucidata con il Vim e verniciata con acrilico trasparente, offre una magnifico aspetto estetico, per la gioia degli occhi del modellista.
Se poi vuoi strafare, e avere l'etichetta identificativa del comando o qualche altro disegno, stampata in modo artistico, puoi fotoincidere la lastra in modo semplice e veloce, utilizzando uno dei tantissimi metodi alla portata di tutti, con una spesa irrisoria.

ciao a presto

T&P
Con il trenino, se i bimbi si divertono ...... i grandi molto di più !!!
Tillo & Paolino.... "Musi Neri" Onorari

Rispondi