Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Moderatori: Dampflok, Schnellzug

Sergiomarklin
Märklin Supporter
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 23 dicembre 2016, 12:10
Nome: Sergio Caponi
Località: Roma
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Sergiomarklin » giovedì 23 febbraio 2017, 23:56

Salve. Nelle "domande piu frequenti" a quella se si puo avere un mix tra analogico e digitale si risponde affermativamente che "si può realizzare un impianto in cui le locomotive sono azionate in digitale e i dispositivi elettromagnetici (scambi, segnali...) in analogico, purché le due alimentazioni siano rigorosamente separate su due trasformatori differenti". Che e' esattamente il mio caso. Ordunque, se ho degli scambi analogici (binari M) allaccio il cavo giallo ad un trasformatore analogico e i cavi blu alla pulsantiera. Idem per dei semafori 7039, li colleghero' normalmente al trasformatore analogico con il cavo giallo. DUBBIO: e i cavi rossi con le piastrine da applicare alle linguelle della terza rotaia? Non si crea nessun problema visto che il tracciato e' alimentato in digitale? Tanto per esser sicuro... un saluti da Sergio in Germania

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4100
Iscritto il: mercoledì 15 novembre 2006, 13:24
Località: SO Svizzera
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda supermoee » venerdì 24 febbraio 2017, 0:03

Ciao,

No, nessun problema visto che tra i fili rossi con le pastrine e quelli giallo e blu non esiste nessuna connessione elettrica.

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
eroncelli
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4936
Iscritto il: domenica 27 aprile 2008, 14:42
Nome: Eugenio Roncelli
Località: Bergamo
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda eroncelli » venerdì 24 febbraio 2017, 8:34

Però in questo modo si perdono i vantaggi del digitale: le loco non hanno accelerazione e frenatura.
Il comportamento, in una gestione automatica con i segnali analogici ed interruzione dell'alimentazione, è esattamente com in un sistema analogico.
Le luci si spengono e, per le loco mfx, potrebbe capitare che debbano essere riconosciute nuovamente: a mio parere non una soluzione ideale.
Eugenio
(Töcc i òmen e fómne i nàs lìberi e compàgn in dignità e derécc)

Avatar utente
LucioTS
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3443
Iscritto il: martedì 19 settembre 2006, 17:11
Nome: Lucio Cavedali
Località: Friuli-Venezia Giulia, Trieste
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda LucioTS » venerdì 24 febbraio 2017, 9:28

Ciao Sergio,
come ti suggerisce Eugenio, potresti prendere in considerazione quanto fatto da Fulvio (che è quello che chiedi) ovvero controllo dei treni (marcia) in digitale mentre deviatoi e semafori in analogico (tramite classica pulsantiera).
Però la differenza nei semafori è l'uso del modulo di rallentamento (nel caso del maerklin articolo 72442).
Con questo modulo, davanti ad un semaforo rosso, la loco rallenta fino a fermarsi, con le luci accese e funzioni varie (ad esempio i suoni) come al vero invece che fermarsi di botto per mancanza di corrente (come il 'vecchio' analogico).
Immagine
Immagine
Saluti da Trieste
Lucio

Sergiomarklin
Märklin Supporter
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 23 dicembre 2016, 12:10
Nome: Sergio Caponi
Località: Roma
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Sergiomarklin » venerdì 24 febbraio 2017, 10:53

Grazie ragazzi per le risposte che arrivano cosi prontamente! Allora, mi alletta il suggerimento di Lucio ma per esser sicuro di capirlo bene vi illustro meglio lo scenario. Il mio "problema" e' che sto espandendo il mio vecchio analogico, tutto con binari M. Al digitale non ci pensavo, mi stava benissimo il vintage, quassu' in Germanua trovo loco usate bellissime a pochi euro. Sennonche'...di recente mi sono state regalate due loco digitali con relativa "playstation". Inizialmente ho creato un anello esterno (sempre con binari M) separato da quelli interni analogici. Ho creato due binari di sosta con scambi manuali in modo da piazzare le loco digitali ognuna sul loro binario di sosta, una va e l'altra sta ferma e quando voglio cambiare faccio arrivare la loco in movimento sul suo binario di sosta che ho isolato con i due pezzetti di carta. Idem per l'altra. Insomma, fermo entrambe le loco e poi ne spingo una delle due a mano oltre il pezzo isolato fino al tracciato di marcia dove riprende corrente. Problema risolto. PERO'...mi avanzano due vecchi semafori e degli scambi elettrici analogici, perche' dunque non evitare queste spinte a mano e usare una pulsantiera 7072 che anche mi avanza (come detto nel mio msg iniziale, utilizzando per gli scambi e i due semafori un trasformatore analogico). In conclusione, per evitare i problemi che cita Eugenio, come cavolo attacco 'sti due semafori e relativi scambi analogici?!? :ridi: Capite il mio tragico dilemma?? Ma scopro che installare un 72442 lo risolverebbe? Ora vado subito a cercare questo 72442 su internet per vedere com'e', anzi, avrei dovuto farlo prima di scrivervi questa...scusate la mia ignoranza ferromodellistica ma grazie a voi sto piano piano imparando....

Avatar utente
sergiob
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 2843
Iscritto il: lunedì 5 febbraio 2007, 23:30
Nome: Sergio Barale
Località: Roma
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda sergiob » venerdì 24 febbraio 2017, 10:54

LucioTS ha scritto:...
Con questo modulo, davanti ad un semaforo rosso, la loco rallenta fino a fermarsi, con le luci accese e funzioni varie (ad esempio i suoni) come al vero invece che fermarsi di botto per mancanza di corrente (come il 'vecchio' analogico).


C'è anche la possibilità, a semaforo rosso, di far rallentare e fermare il convoglio manualmente rimanendo con luci accese e funzioni varie.
Certamente bisogna seguire sempre quello che succede sul plastico.
Sergio

Sergiomarklin
Märklin Supporter
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 23 dicembre 2016, 12:10
Nome: Sergio Caponi
Località: Roma
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Sergiomarklin » venerdì 24 febbraio 2017, 10:58

Ah, vedo un pdf sul nostro sito che vado a studiarmi! http://lnx.3rotaie.it/wp/?wpfb_dl=1245

Avatar utente
eroncelli
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4936
Iscritto il: domenica 27 aprile 2008, 14:42
Nome: Eugenio Roncelli
Località: Bergamo
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda eroncelli » venerdì 24 febbraio 2017, 11:51

Ma se hai un circuito in digitale, perché vuoi togliere corrente al binario per parcheggiare una loco ???
In digitale non c'è più questo problema: comanda gli scambi (e lo puoi fare in analogico con le pulsantiere) e ferma la loco mettendo a "0" la sua velocità !!!
Per "bellezza", puoi mettere i vecchi segnali (anche loro in analogico) ma senza influenza sui treni.
Eugenio

(Töcc i òmen e fómne i nàs lìberi e compàgn in dignità e derécc)

Sergiomarklin
Märklin Supporter
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 23 dicembre 2016, 12:10
Nome: Sergio Caponi
Località: Roma
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Sergiomarklin » venerdì 24 febbraio 2017, 13:47

Eugenio scusami, hai ragione. Preso da come installare i pezzi analogici pensavo alle loco "in analogico". Invece loro in digitale le controllo ognuna indipendente dall'altra. Giusto

Avatar utente
LucioTS
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3443
Iscritto il: martedì 19 settembre 2006, 17:11
Nome: Lucio Cavedali
Località: Friuli-Venezia Giulia, Trieste
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda LucioTS » venerdì 24 febbraio 2017, 16:16

Ciao,
ma allora i semafori ti servivano come 'uscita' da questi due tronchini, non in piena linea per la movimentazione.
Quindi il 72442 non ti serve. Il modulo in questione serve per far rallentare/fermare un treno davanti ad un semaforo in linea o in arrivo in stazione, non per il semplice 'parcheggio' sul tronchino.
Immagine
Immagine
Saluti da Trieste
Lucio

Sergiomarklin
Märklin Supporter
Messaggi: 106
Iscritto il: venerdì 23 dicembre 2016, 12:10
Nome: Sergio Caponi
Località: Roma
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Sergiomarklin » venerdì 24 febbraio 2017, 17:05

Lucio, se per tronchino si intende un binario morto, no, faccio due deviaxioni laterali, una per loco, parallele, che si ri-immettono sul binario di marcia. Quindi i semafori ci vanno. Ma come mi ha suggwrito Eugenio, in digitale li pisso mettere per figura che tanto le loco le fermo mettendole a zero. Se pero' invece di attaccarci la "playstation" le faccio marciare in analogico (per poter intescambiare il tracciato con gli altri invece di tenerlo isolato come sono costretto a fare in mode digital) allora le loco le stoppo tramite i semafori. Sorry se non avevo dato una spiegazione per intero e grazie sempre delle vostre pronte risposte!

onerescia
New Märklin Supporter
Messaggi: 89
Iscritto il: giovedì 16 aprile 2015, 17:47
Nome: Sciarrone Domenico
Località: Lazio.Latina.Sabaudia
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda onerescia » domenica 26 febbraio 2017, 16:07

supermoee ha scritto:Ciao,

No, nessun problema visto che tra i fili rossi con le pastrine e quelli giallo e blu non esiste nessuna connessione elettrica.

Saluti

Stefano

Queste considerazioni vanno bene anche se si opera con la vecchia piattaforma analogica 7186 (serie M) e del passaggio a livello 74920 ( serie C ) ? In questo caso però il marrone del digitale deve collegarsi al marrone analogico, perché per la piattaforma che opera in marrone-giallo analogico, il marrone( digitale ) serve per spostare la loco dentro la rimessa. lo stesso per PL, comandato dalle ruote che agiscono sui binari con marrone digitale ma che ai fini del movimento delle sbarre opera con giallo-marrone analogico. In questi casi, potrebbero sorgere " interferenze " spurie dell'analogico che potrebbero influenzare il digitale? Questo problema è già stato affrontato sul nostro sito? Se si dov'è?
Grazie Domenico

Passerini Giorgio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1174
Iscritto il: domenica 17 settembre 2006, 20:17
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Passerini Giorgio » mercoledì 29 marzo 2017, 16:38

Però, ancora dei dubbi: io ho il plastico che feci alcuni anni fa, funzionante , pure il mio , per digitale ed anche analogico. Sostanzialmente "va bene"... ma dubbi e casotti vari ne ho sempre avuti. Sto riprendendo in mano la faccenda e pure a me non è chiara fino in fondo la faccenda (ignoranza mia, "elettrica" in genere ecc.). Io uso una CS1 oppure la 6021 per il digitale. Ma come "corrente luci"...? ecco la domanda. Uso il Trafo Marklin (quello bianco, oppure altro) che uso per il funzionamento Analogico dei treni. INSERENDO I CAVI GIALLO E MARRONE NELLE PRESINE APPOSITE "LUCI". Vedo dalla figurina, dal "bugiardino", del 72441 che bisogna collegare i cavetti luci gialli e marroni della Control Unit col Trafo Luci.
Ora io, come già scritto mese scorso, avendo abbandonato da un po' il tutto... e riprendendo in mano, ho un bel casino in testa (e in pratica) e cerco di far dell'ordine... :dull:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7451
Iscritto il: domenica 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Vanni » mercoledì 29 marzo 2017, 18:03

I cavetti gialli e marrone che tu indichi con le due freccette rosse non sono altro che l'alimentazione della 6021 che proviene dal trafo 6002. Infatti il trafo 2002 ha le uscite "sdoppiate", cioè fornisce la stessa corrente alternata a 16V sulle due paia di boccole gialle e marroni, per poter alimentare due utenze diverse ma che abbisognano della stessa corrente/tensione.
Quindi una coppia di boccole del trafo 2002 viene usata per alimentare la 6021 (che potrebbe essere alimentata con qualsiasi altra sorgente simile) mentre la seconda coppia di boccole è disponibile per un qualsiasi circuito "luci", e nella fattispecie quello che viene impiegato per il funzionamento del semaforo, commutato dalla pulsantiera 7272.
Vanni

Passerini Giorgio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1174
Iscritto il: domenica 17 settembre 2006, 20:17
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Passerini Giorgio » mercoledì 29 marzo 2017, 18:27

Sì, io ho effettivamente ho un altro Trafo che mi alimenta la 6021 (ed uno diverso ancora quando uso la CS1 chiaramente). Dicevo una sciocchezza. Quindi per i miei semafori e i miei scambi, circuito completamente separato; uso un altro Trafo Marklin nel circuito delle luci del Trafo stesso. Le due boccoline gialla e marrone. Come ho sempre fatto.

Altro dubbio: sotto il tavolo - impianto in tutto quel casotto di fili che mi trovo (cui sto cercando mettere ordine...) le masse, trovo che, delle masse che magari vengono dalle 72441 ecc., o da luci stazione o galleria ecc., lampioni vari, siano finite per superficialità mia , in quei "distributori" (nome improprio) di cavi in cui ci sono fei fili di massa provenienti dal circuito-binario. E che, chiaro finiscono nella presa di massa del Trafo Digitale 6021 o simile. Quindi domanda : la confusione di masse, la"promiscuità" di massa è dannosa? Cosa provoca? Cerco di fare divisione totale pian piano, ma causa problemi? In sostanza la massa che viene dall'impianto, luci, semafori ecc., se finisce nella massa CS1 (o CS2 o 6021 che siano) ?

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7451
Iscritto il: domenica 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Vanni » mercoledì 29 marzo 2017, 19:01

Come puoi vedere dalla stessa foto schematica che hai postato, la massa appartenente alla circuitazione digitale e quella appartenente alla circuitazione analogica sono connesse tra loro.
Le uscite "O" del trafo e quelle "O" della 6021 sono collegate. Quindi in un sistema di gestione mista analogica/digitale le masse sono le stesse (la massa è unica). Resta imperativo tenere sempre isolate tra loro la corrente digitale (boccola rossa B della 6021) e quella analogica (boccola gialla L del trafo)!
Questo tipo di gestione mista analogica/digitale è sempre un po' a rischio... I cavetti utilizzati dovrebbero rispettare sempre il codice del colore, ma una distrazione è sempre in agguato.
Anche le fasi dei trasformatori utilizzati dovrebbero essere sempre verificate (consigliabile l'uso della "ciabatta" di presa corrente, una volta individuata la fase di ogni utenza) per evitare di immettere tensioni parassite poco gradite nei sistemi digitali e/o misti.
Vanni

Passerini Giorgio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1174
Iscritto il: domenica 17 settembre 2006, 20:17
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Passerini Giorgio » mercoledì 29 marzo 2017, 19:36

Mmmhhh... Intanto grazie Vanni. Quindi la masse possono magari subire confusioni senza che ci siano bombe atomiche... Ma poi mi parli però di tensioni parassite.

"Anche le fasi dei trasformatori utilizzati dovrebbero essere sempre verificate " tu scrivi. Cioè dove le evinco queste fasi? Ignorante in materia disgraziatamente. Ed una volta trovate queste fasi che fare poi in pratica. Tra l'altro ne ho diversi di Trafo Marklin analogici. Usarne uno o l'altro non mi cambierebbe, granchè, teoricamente.

Insomma, la mischia analogico-digitale rimane un po' così. Io non so come facciate se non avete gran posto disponibile e si abbiano loco anche analogiche e si desideri vederle marciare.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Vanni
Märklinista
Messaggi: 7451
Iscritto il: domenica 12 aprile 2009, 21:44
Nome: Vanni
Località: Piemonte Torino
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Vanni » mercoledì 29 marzo 2017, 20:53

Passerini Giorgio ha scritto:...Cioè dove le evinco queste fasi? .... Ed una volta trovate queste fasi che fare poi in pratica.

Colleghi due per volta i trasformatori come in foto qui sotto. Poi colleghi alle boccole rosse B dei due trasformatori una lampadina di quelle che usi per i lampioni, e con un altro cavetto colleghi le masse dei due trasformatori (boccole O).
Poi metti la manopola della velocità a circa metà corsa.
La lampadina deve restare spenta!
Se si accende devi invertire la spina del cordone di alimentazione di uno dei due trasformatori.
Per non sbagliare il verso di inserimento delle spine, come ti dicevo, conviene usare una ciabatta dove non sposti più le diverse spine, ma solo casomai quella della ciabatta, se devi spegnere tutto.
image.jpeg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Vanni

Passerini Giorgio
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1174
Iscritto il: domenica 17 settembre 2006, 20:17
Località: Emilia Romagna
Contatta:

Deviatoi e semafori analogici su tracciato digitale

Messaggio da leggereda Passerini Giorgio » giovedì 30 marzo 2017, 18:58

Perfetto. Capito grazie


Torna a “Märklin in generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti