Ben arrivato! Ti prego fare login o registrati per fruire di tutte le funzionalità del forum.

Sito e forum dedicati al fermodellismo a tre rotaie gestito da appassionati senza fini commerciali. Qui trovate notizie storiche e suggerimenti tecnici per i vostri modelli vintage e moderni. Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Marklin vs Roco

Moderatori: Dampflok, Schnellzug

Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1023
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Stato: Non connesso

Marklin vs Roco

#1 Messaggio da luferr52 » 26 luglio 2019, 16:54

Per i TEE in partenza/arrivo in Svizzera la loco adatta in livrea TEE è una Re 4/4.
Avevo comprato, quando uscita, con un accettabile sconto rispetto al prezzo di listino la Roco di cod. 79373 che ha il numero 11160, anche perché non ero riuscito a trovare, a prezzo conveniente, nessuna simile della Marklin.
Poco tempo fa ad un'asta sulla baia sono riuscito a prendere, di M, nuova quella di cod. 37349 che ha il numero 11252.
A questo punto mi è sembrato interessante confrontarle anche perché sono uscite a distanza di pochi anni l'una dall'altra.
Quindi le loco a confronto sono le due Re 4/4 II in livrea TEE che hanno i codici Marklin 37349 e Roco 79373.
Le Re 4/4 II cioè seconda serie sono circa 220 e sono entrate in servizio tra il 1969 ed il 1985.
Le nostre hanno i numeri 11160 la Roco e 11252 la Marklin e fanno parte rispettivamente del gruppo 11158-11161 di fine anni '60 e del gruppo 11249-11253 dei primi anni '70, uniche loco della seconda serie che assunsero la livrea TEE.
In base a quanto riportano Maurice Mertens e Jean-Pierre Malaspina autori dell'esauriente “La leggenda dei Trans Europe Express” le relazioni condotte dalle Re 4/4 II sono state:
Arbalète tratto Basilea - Zurigo
Helvetia tratto Basilea - Zurigo
Lemano tratto Ginevra - Domodossola
Cisalpino tratto Vallorbe - Domodossola
Roland tratto Basilea - Chiasso
Re11252.jpg
Per quanto riguarda l'aspetto esterno della Marklin si può mettere a confronto con un foto della 11252 reale.
DSCN2086.jpg
Si può notare come la parte inferiore sia carente ed anche lo stemma un poco sottodimensionato e non in rilievo. Per quanto riguarda la Roco il modello con numero più vicino che ho trovato è la numero 11161; non saprei quindi dire se lo stemma della Roco corrisponda a quello reale. Per la parte anteriore bassa la Roco è sicuramente più completa.
Re11161.jpg
Ho fatto anche altre foto dalle quali si possono notare varie differenze tra i modelli di M ed R ma non saprei dire quale ditta sia stata più aderente alla realtà.
DSCN2087.jpg
DSCN2088.jpg
DSCN2089.jpg
DSCN2090.jpg
Prendendo in mano le due loco si capisce subito, dal differente peso, quale sia la Marklin. Non ho una bilancia di precisione ma la Roco è sui 350 g. mentre la Marklin sui 550 g.
Messe sul tracciato le due loco mostrano comportamenti differenti: molto morbida e fin troppo graduale partenza e fermata della Roco rispetto alla Marklin più vivace. Ho acquistato le due loco nuove quindi il riferimento sono le impostazioni di fabbrica; logicamente modificando le opportune CV il comportamento delle due loco può essere personalizzato.
Per quanto riguarda la velocità misurata su un tracciato piano trainando alcuni carri con un Kg. di zavorra (piombi per pesca) la differenza è rilevante: la Roco compie il percorso in 27 secondi mentre la Marklin in 18. Ancora più accentuata la differenza in salita; sempre con i carri con il chilogrammo di zavorra la Marklin percorre l'elica in 23 secondi mentre il culmine viene raggiunto dalla Roco solo dopo 39 secondi in percentuale la differenza del 50% in piano diventa quasi del 70% in salita.
Ad ulteriore conferma della differente potenza del motore di M ho messo le loco alle due estremità dei carri ed ho constatato che la Roco non riesce a smuovere i carri più la Marklin, mentre al contrario, anche a bassa potenza, la Marklin traina facilmente i carri con la Roco agganciata. I 200 grammi di differenza di peso tra le due loco non credo possano influire più di tanto.
Per quanto invece riguarda la fluidità di marcia ambedue le loco mostrano luci ed ombre. La Roco ha un andamento molto più dolce e morbido ma su un scambio slanciato c'è stato un contatto anomalo con conseguente sbalzo di tensione; la Marklin ha ottima accelerazione e velocità ma soffre i punti del tracciato nei quali la corrente non arriva in modo ottimale ed in tali punti singhiozza.
Ampie sono infine le funzioni digitali di ambedue con la differenza che la Roco ha qualche annuncio di stazione, anche se Bellinzona, benché sia capitale del Cantone Ticino, non mi sembra sia mai stata fermata di qualche TEE.
Per concludere il costo delle due loco: la Marklin € 299,95 di listino uscita nel 2014 è valutata da Koll € 240 anche se a tale prezzo è di difficile reperibilità; la Roco è invece del 2018 e di listino veniva € 339 ed attualmente è difficile trovarla nuova ad un prezzo più conveniente.
Spero che queste brevi note, in caso qualcuno fosse interessato ad una Re 4/4 II in livrea TEE, possano essere utili.

A presto luigi
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Fidax
Märklin Supporter
Messaggi: 331
Iscritto il: 1 gennaio 2017, 19:54
Nome: Luca
Località: Piemonte, Torino
Stato: Non connesso
Contatta:

Marklin vs Roco

#2 Messaggio da Fidax » 26 luglio 2019, 21:21

Mi stupisce un pochino un peso di soli 300g sulla roco, ho una roco, una e412 che misurata con una bilancia da cucina mi segnava 550g circa, vedere un modello sui 330 mi lascia perplesso
Luca Fidanza, "The Fidax"
Conversioni AC, Unboxing e Progetti: https://www.youtube.com/c/The_Fidax

Avatar utente
simap
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3227
Iscritto il: 3 gennaio 2006, 0:07
Nome: Silvio
Località: Piemonte, Alessandria, Casale Monferrato
Stato: Non connesso

Marklin vs Roco

#3 Messaggio da simap » 26 luglio 2019, 22:28

Molto interessante questo confronto tra queste due Re 4/4 II in versione TEE. Direi che risulta confermata ancora una volta la maggiore attenzione di Roco per i dettagli, mentre dal punto di vista funzionale il modello Maerklin esce vittorioso. Recentemente ho fatto anch'io qualcosa di analogo sul mio plastico, in ambiente analogico, ponendo la mia Re 4/4 II versione TEE (mod. Hag anni '80) alla testa di un convoglio composto da quattro carrozze TEE DB illuminate.
Poteva essere il "Roland" nel tratto elvetico, che a Bellinzona fermava, vedi

http://www.welt-der-modelleisenbahn.com/tee-roland.html

Avendo notato una notevole difficoltà del modello Hag a percorre la salita, mi è venuto spontaneo sostituirlo con un'altra Re 4/4 II di cui dispongo, quella Maerklin versione Delta, in colorazione verde, che ha trainato le quattro carrozze munite di pattino su per la rampa senza problemi.
Esaminando poi i carrelli della Hag, ho constatato che le cerchiature di gomma sulle ruote motrici erano da sostituire. Effettuata l’operazione e lubrificato il modello, questo ha svolto il suo compito agevolmente.
Direi che dal punto di funzionale la loco Hag e quella Maerklin si equivalgono, ma la seconda secondo me è vincente sul piano estetico, a cominciare dai pantografi. Va detto che è un modello di almeno un decennio più giovane.
Della Re 4/4 II ho anche la riproduzione Lima (versione verde, a un solo pantografo, già in origine a tre rotaie); parteciperà anche lei alla prossima fase del confronto, durante la quale terrò d’occhio anche l’amperometro.

Ciao
Silvio

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1023
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Stato: Non connesso

Marklin vs Roco

#4 Messaggio da luferr52 » 27 luglio 2019, 18:32

Luca, in effetti, tra le Roco che ho è tra i pesi leggeri. Per curiosità sono andato a pesare qualche italiana:
- la E 444-037 che di codice fa 78500 è sui 460 grammi;
- la E 656-051 di codice 62567 convertita in AC è sui 530 grammi;
- la E 645-105 di codice 43612 convertita in AC arriva a 670 grammi.
Andando indietro nel tempo, la 43612 è del 1992, il peso aumenta; anche per alcuni modelli/linee di M c'è un andamento similare, forse meno accentuato.


Silvio, ho visto quanto riportato al link: l'orario riporta Bellinzona come fermata del Roland.
Le mie scuse per aver dubitato della capitale del Cantone Ticino; da questo si comprende la mia scarsa conoscenza, nonché frequentazione della Svizzera, anche se cerco di recuperare con i treni.

A presto luigi

Avatar utente
simap
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 3227
Iscritto il: 3 gennaio 2006, 0:07
Nome: Silvio
Località: Piemonte, Alessandria, Casale Monferrato
Stato: Non connesso

Marklin vs Roco

#5 Messaggio da simap » 27 luglio 2019, 20:39

Luigi, la mia era una precisazione doverosa riguardante l'esercizio dei treni reali a margine di un confronto di modelli che, lo ripeto, è molto interessante. Per quanto ne so, tutti i TEE in transito nel Canton Ticino fermavano sia a Bellinzona, sia a Lugano. D'altra parte anche in Italia quei treni facevano sosta anche in centri non grandi, ma importanti dal punto di vista turistico.
Il peso è una caratteristica importante dei modelli, e contribuisce in maniera determinante ad accrescere la forza di trazione se abbinato a un motore di potenza adeguata e se ben distribuito nel modello stesso. Soprattutto per queste ragioni ritengo che il modello Maerklin esca vincente dal confronto.

Ciao
Silvio

Rispondi