Ben arrivato! Fate login o registratevi per fruire di tutte le funzionalità del forum e del sito.
Se eri già registrato e non ti ricordi la password usa questo link per recuperare l'accesso
Sito e forum dedicati al fermodellismo a tre rotaie gestito da appassionati senza fini commerciali. Qui trovate notizie storiche e suggerimenti tecnici per i vostri modelli vintage e moderni. Il nostro hobby viene praticato in molte maniere diverse, tutte ugualmente valide: hai un plastico? oppure sei un collezionista? oppure un semplice appassionato? Non esitare a scrivere nel forum, tutti gli interventi sono benvenuti ... Postate foto e video del vostro plastico e chiedete aiuto per ogni problema o curiosità inerente al nostro hobby.

Programmazione punti di contatto

Moderatore: supermoee

Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
massimofs
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 556
Iscritto il: 28 maggio 2015, 14:37
Nome: Massimo
Località: Pescara
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte

Programmazione punti di contatto

#1 Messaggio da massimofs » 24 settembre 2017, 21:06

Buon pomeriggio a tutti!

Cerco di capire la logica di funzionamento della CS3 per quando riguardano i punti di contatto.
Non ho incontrato problemi nel crearli o anche collocarli. Per il momento ho creato un paio d'itinerari per due convogli diversi, trainati ovviamente da due loco differenti.
La difficoltà che incontro ora (facendo un esempio) e che mettendo lo stesso punto di contatto su due diversi itinerari, al passaggio di un convoglio su questo punto, mi reagisce anche la loco dell'altro convoglio che in quel momento è parcheggiata sul suo binario morto.
Ora so benissimo che questo problema-caratteristica c'era anche nella CS2, ma la CS2 lasciava "più spazio di manovra" per organizzarsi meglio.

Mi spiego meglio.
Nella CS2 gli itinerari erano posti in strisce da 8 caselle e alla fine della striscia potevi aggiungere alla manina il trenino e tutto quello che era registrato in quella striscia andava in automatico con i punti di contatto registrati. Oppure lasciare solo la manina e tutto andava in manuale.
Ora questo metodo di dava la possibilitò di "dedicare" una o più strisce ad una loco, perciò se avevi esigenza che una data loco si muovesse in automatico con i punti di contatto, era sufficiente mettere il trenino alla fine della sua striscia. Così che la loco anche se passava su punti di contatto in comune con altri itinerari di altre loco, quest'ultime, se non avevano il trenino alla fine della loro striscia, non si muovevano.
Spero di essere stato sufficientemente chiaro, ma penso che molti di noi questo concetto l'avessero già assimilato.

Passando ora alla CS3 tutto questa logica non l'ho ritrovata. Da quello che sto capendo c'è una logica simile con quel trenino (vedi foto 1 allegata) vicino alla chiave inglese, ma ha influenza su tutto quello che si è registrato fin ora e non parzialmente come permettevano le strisce della CS2.
Con la logica della CS3, togli completamente l'influenza dei punti di contatto per tutte le loco che hai registrato, col famoso trenino che, pigiandolo, diventa rosa, e i convogli li devi far partire manualmente e non rispettano i punti di contatto, le accelerazioni, i fischi, i rallentamenti, ecc. che hai messo nel loro tracciato.
Oppure, il trenino lo devi lasciare in nero e tutto diventa automatico, ma con i problemi prima descritti all'inizio dell'argomento che stiamo trattando.

La cosa che mi viene in mente, per ovviare questo problema, è quella di creare dei punti di contatto che interessano un solo itinerario e basta. Ma così ci sarebbe un proliferare di punti di contatto impossibile da realizzare praticamente.

Se qualcuno con più esperienza di me sulla CS3, mi potrebbe dire se la logica della CS3 risolve questo problema in un modo che ancora mi sfugge o darmi un suggerimento o una sua opinione. Gli sarei grato.

Spero soltanto di essere riuscito a spiegarmi.

Grazie a tutti e buona domenica sera (qui c'è temporale).

Un saluto.

Massimofs
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4822
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 21 volte

Programmazione punti di contatto

#2 Messaggio da supermoee » 25 settembre 2017, 12:06

Ciao Massimo,

come hai ben riconosciuto, con la CS3 gli itinerari non sono più disattivabili in gruppi. Al momento non c'è una soluzione alternativa. Io suppongo che in futuro questa opzione possa in qualche modo tornare, perchè si notano certe possibilità di categorizzazione dei contatti che però non viene ancora spiegata bene dalla Märklin.

Quello che puoi fare adesso è collegarti dei interruttori a dei contatti s88 per ogni tipo di locomotiva e porre questi come condizione necessaria nei tuoi itinerari. Es. tutti gli itinerari della loco 1 necessitano del contatto 1 chiuso, che chiudi con apposito pulsante. La loco 2 ha bisogno del contatto 2 chiuso e per la loco 3 devono essere chiusi entrambi i contatti.

Però come ho già detto, questo tipo di itinerari vanno bene per impianti piccoli. Per quelli più grandi è meglio passare alle automazioni classiche di blocchi e stazioni.

Saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
massimofs
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 556
Iscritto il: 28 maggio 2015, 14:37
Nome: Massimo
Località: Pescara
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte

Programmazione punti di contatto

#3 Messaggio da massimofs » 25 settembre 2017, 15:48

Ciao Stefano !

Ci sto lavorando un po' e poi ti faccio sapere.

Grazie tante a presto.

Massimofs

Avatar utente
massimofs
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 556
Iscritto il: 28 maggio 2015, 14:37
Nome: Massimo
Località: Pescara
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte

Programmazione punti di contatto

#4 Messaggio da massimofs » 25 settembre 2017, 18:11

Stefano,

sono appena tornato dal garage dove è posto il tracciato.
Ho seguito il tuo suggerimento, siccome ho un'art. 72730, ho preso due contatti liberi di un s88 montato sul tracciato, li ho fatti passare su due interruttori del 72730 e li ho collegati alla massa del tracciato (li ho collegati nello stesso punto dove ho collegato la massa del L88 cioè all'entrata della CS3). Li ho fatti riconoscere dalla CS3 ed ogni contatto l'ho dedicato agli itinerari di una loco, così come tu mi hai suggerito. Per il momento una "pezza" l'abbiamo messa. Domani voglio preparare altri due convogli per provare l'ultima parte che tu dici : la terza loco devono essere entrambi i contatti chiusi. Pensandoci bene, forse tu volevi dire l'ultima loco, delle 25 che ho, deve avere tutti i contatti chiusi. Ma se ho capito bene il concetto da te consigliato posso andare avanti dedicando ad ogni loco un suo contatto e finisce così senza l'ultima loco che ha tutti i contatti chiusi.
Ho capito il concetto?

Se la cosa può andare bene dovrei acquistare altri interruttori. Tu mi consigli sempre art. 72730 o l'art. 72740. Questa domanda penso di avertela già fatta molto tempo fa, ma visto che stiamo colloquiando se al volo mi dici il tuo parere.

Comunque grazie di tutto.

Massimofs

Avatar utente
biro
Märklin Supporter
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 novembre 2011, 19:52
Nome: marco
Località: Piemonte torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Programmazione punti di contatto

#5 Messaggio da biro » 9 febbraio 2018, 0:10

riprendo questa discussione in quanto mi accingo a creare questi itinerari
Mi chiedevo in special modo Massimo sei poi riuscito a venire a capo di come fare???
premetto che ho poca esperienza con il digitale in quanto da meta luglio possiedo la cs3 prima avevo una mobil station 2
nel girovagare su internet mi sono imbattuto su un canale youtube dove questo signore da quanto vedo combina parecchi itinerari in automatico.Almeno credo????? ahime è tedesco.
ma dove si possono trovare informazioni più dettagliate,non credo questo signore sia un mago da qualche parte le avrà pur trovate è studiate????
Il canale youtube che mi riferisco è questo.Grazie ancora Marco

https://www.youtube.com/watch?v=f-A1lv_CY8E
https://www.youtube.com/channel/UCAasXR ... 9-i-OkkvIQ

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1280
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 4 volte

Programmazione punti di contatto

#6 Messaggio da luferr52 » 9 febbraio 2018, 9:13

Marco, sono anch'io interessato al problema ma speravo che qualcun altro tirasse via le castagne dal fuoco. Ho visto il filmato che dici e sembra, dico sembra perché di tedesco io sono a Ich bin ... che il signore abbia predisposto tracciati sofisticati con possibilità di commutarli da manuale ad automatico. Forse quanto ha fatto è nell'ambito di quanto diceva supermoe tempo fa:
supermoee ha scritto: si notano certe possibilità di categorizzazione dei contatti che però non viene ancora spiegata bene dalla Märklin
Aspettiamo lumi luigi

Avatar utente
biro
Märklin Supporter
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 novembre 2011, 19:52
Nome: marco
Località: Piemonte torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Programmazione punti di contatto

#7 Messaggio da biro » 10 febbraio 2018, 0:52

Stesso problema anch'io non capisco nulla di tedesco,mah..... azz nel vedere quante cose sta facendo.......

Avatar utente
massimofs
Junior Märklin Supporter
Messaggi: 556
Iscritto il: 28 maggio 2015, 14:37
Nome: Massimo
Località: Pescara
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 3 volte

Programmazione punti di contatto

#8 Messaggio da massimofs » 10 febbraio 2018, 11:01

Buongiorno a tutti e in particolar modo a Marco e Luigi.

Parlando di questo argomento che postai tempo fa, vi dico che di base ho seguito i consigli di Stefano e vi spiego i miei progressi in proposito.

Ho dedicato per ogni loco un punto di contatto di un s88 che passa per l'interruttore art. 72730 ed ho messo, all'inizio di scrittura di ogni itinerario riguardante la stessa loco, il suo punto di contatto destinatole in condizione chiusa.
Quando la voglio far lavorare per prima cosa chiudo il suo contatto (con l'art. 72730) e poi avvio o si avvia l'itinerario, con il passaggio della loco su un punto di contatto da me stabilito. Tutto questo è quello che mi suggerì all'epoca Stefano.

Parlando di Stefano lui mi suggerì anche lo schema a "blocchi" e stazioni, ma, ad oggi con la mia esperienza, non ho ancora capito questo sistema.

Un' altra cosa alla quale sono riuscito ad arrivarci è quella di mettere tutti i binari di parcheggio sotto m84.
Quando le loco con i convogli sono parcheggiati non c'è corrente e così ho preso, come si dice dalle mie parti, "due piccioni con una fava", perché le loco non reagiscono quando un altro convoglio passa su un punto di contatto che interessa anche la loco parcheggiata ed in più non "pesa", come assorbimento di corrente, sulla CS3.
Questo perché in quel momento la loco, non essendo alimentata in pratica, non c'è.
Quando "scrivo" un itinerario, prima della partenza ci metto l'alimentazione del tronco di binario di parcheggio (tramite m84) e quando la loco rientra nel parcheggio "scrivo" togliere l'alimentazione.
Quando il convoglio è fermo sul tracciato, è protetto dal suo punto di contatto personale (consiglio di Stefano).
Infatti prima di isolare i parcheggi la CS3 mi assorbiva 1,8 A, a tracciato solo acceso, poi con tutti i convogli isolati da m84, l'assorbimento è sceso ad 1,18.

In questa maniera ho messo tutto il tracciato sotto la CS3 e ho tolto la CS2, che facendola lavorare "slave" sotto la CS3 lavorava come un booster e niente più.
Almeno questo è quello che sono riuscito a concludere io con l'esperienza della CS2 slave della CS3.

Morale della favola, comunque è molto laborioso gestire gli itinerari memory della CS3 rispetto alla CS2, ma dovrebbe avere il vantaggio, la CS3, di poter immagazzinare molti più percorsi. Vedremo.

Spero che Stefano abbia il tempo di visionare i filmati su you tube, da Marco indicati, e visto che lui conosce il tedesco, farci capire qualcosa di più su di essi.

Vi saluto.

Massimo

Avatar utente
biro
Märklin Supporter
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 novembre 2011, 19:52
Nome: marco
Località: Piemonte torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Programmazione punti di contatto

#9 Messaggio da biro » 12 febbraio 2018, 0:26

Grazie Massimo per la bella e chiara risposta al dilemma?????ehehehe battutaccia
Comunque per me è manna riuscire a capire il tuo modo di affrontare questa tematica.
come detto ,io arrivo dalla mobil 2 station per cui il cercare di capire è sopratutto vedere le potenzialità della central mi esaltano ma ancora troppo per me da saper sfruttare al meglio il potenziale. Ma pian pianino è leggendovi mi addentro sempre più nell'ottica della cs3

P.S. allego una discussione in questo forum,voi che siete più addentro alle tematiche forse vi risulterà interessante io.... intanto cerco invece di capire la potenzialità

https://baneforum.dk/viewtopic.php?f=6&t=2426

Grazie ancora a tutti ed a presto,siete fondamentali per me Grazie Marco

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1280
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 4 volte

Programmazione punti di contatto

#10 Messaggio da luferr52 » 12 febbraio 2018, 5:45

Almeno, in questo link le cose sono scritte e quindi, piano piano si riesce a comprendere cosa dice.
Uno dei punti nel quale la CS è meno sofisticata rispetto ad un SW di controllo tramite PC è il fatto di non poter "personalizzare un itinerario".Tramite un contatto S88 io posso programmare un evento, p. es. che la locomotiva X fischi, ma tutte le volte che un'altra loco passa su quel contatto la loco X, ovunque sia si metterà a fischiare.
Ora, da quanto sembra, tramite degli opportuni "pulsanti di controllo" che, da quanto leggo (ho appena iniziato) non necessitano di alcun contatto reale, posso attivare o disattivare un certo itinerario. Posso quindi creare due, o più, diverse scene nella prima fischia la loco X nella seconda fischia la loco Y: con un pulsante di controllo posso a questo punto mandare in scena il fischio di X o quello di Y.
Spero di essermi fatto capire.

A presto luigi

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4822
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 21 volte

Programmazione punti di contatto

#11 Messaggio da supermoee » 12 febbraio 2018, 23:09

Ciao,

scusate ma da quando ci sono i problemi di accesso al forum non frequento più da apparecchi mobili e quindi sono presente di rado.

Quello che spiega il signore nel video è semplicissimo. Basta definire come interruttore manuale un interruttore s88 e piazzarlo sul proprio layout chamandolo a piacimento. Poi lo si include negli eventi insieme al binario di contatto tirandolo nell'apposita casella ed è fatto. La CS3 imposterà l'evento (itinerario) solamente se si verificano entrambe le condizioni, cioè chiusura del binario di contatto e dell'interruttore manuale. ponendo lo stesso interruttore manuale in diversi eventi si possono creare gruppi di itinerari che si attiveranno solamente se l'interruttore manuale è impostato.

Non mi sembra una scienza ma una semplice operazione logica con l'ausilio di condizioni, simile a come si poteva già fare sulla CS2.

saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Avatar utente
luferr52
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 1280
Iscritto il: 11 gennaio 2016, 17:20
Nome: Luigi Ferraris
Località: Lazio Viterbo Bassano Romano
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 4 volte

Programmazione punti di contatto

#12 Messaggio da luferr52 » 13 febbraio 2018, 5:39

Stefano, forse capisco male io, la mia d'altronde è al momento solo teoria e non pratica, ma questa possibilità, per altro già insita nella CS2 come tu dici, supera il problema che mi sembra esista nella CS3 che non si possono rendere automatici solo uno o più itinerari, oppure al solito ho capito fischi per fiaschi??

A presto luigi

Avatar utente
biro
Märklin Supporter
Messaggi: 111
Iscritto il: 14 novembre 2011, 19:52
Nome: marco
Località: Piemonte torino
Hai ringraziato: 0
Sei stato  ringraziato: 0

Programmazione punti di contatto

#13 Messaggio da biro » 14 febbraio 2018, 0:41

Grazie Stefano
porta pazienza,mahhh oltre a non capire il tedesco,almeno io sono alle prime armi con la cs3.
Per cui capirai la gioia nel vedere le possibilità che offre la cs3,ma allo stesso tempo io che cerco di capire come fare siccome sono un principiante con la cs3
Comunque Grazie ed ovviamente porta pazienza se potrò sembrare banale nel cercare di proseguire con le varie tematiche
Ciaooo a presto Marco

Avatar utente
supermoee
Senior Märklin Supporter
Messaggi: 4822
Iscritto il: 15 novembre 2006, 13:24
Nome: Stefano
Località: SO Svizzera
Hai ringraziato: 2 volte
Sei stato  ringraziato: 21 volte

Programmazione punti di contatto

#14 Messaggio da supermoee » 14 febbraio 2018, 8:30

Ciao Luigi,

esatto. cosi puoi formare sottogruppi a piacimento da attivare e disattivare a piacimento.

saluti

Stefano
Questo contributo può contenere, oltre al parere dell' autore, parte di opinioni ed informazioni tratte da terzi e/o da stampe e/o manuali ed altri mezzi mediatici

Rispondi